Gli effetti collaterali di una dieta ad alta percentuale proteica & del basso-carboidrato

October 25

Gli effetti collaterali di una dieta ad alta percentuale proteica & del basso-carboidrato

Le diete ad alta percentuale proteica possono essere alla moda, ma la giuria è ancora fuori se sono al sicuri a lungo termine, secondo la scuola di medicina dell'Università del Maryland. Inoltre, taglio carboidrati non garantiscono perdita di peso. Da bruciare i grassi quando si consumano meno calorie di quanto spendono per l'energia, e le diete ad alta percentuale proteica sono state indicate per non essere di più efficace di altre diete in uno studio di due anni, pubblicato in "The New England Journal of Medicine" nel 2009.

Dove si trova la fibra?

Molte fonti di proteine, tra cui carne, pesce, uova e latticini, non contengono qualsiasi fibra. Solo piantare alimenti come cereali, frutta e verdura contenga fibre e povera di carboidrati diete spesso mancano questi elementi. Avete bisogno della fibra per una sana digestione; senza abbastanza di questa sostanza nutriente, può aumentare il rischio di stipsi, emorroidi e altri disturbi digestivi. Fibra può anche aiutare a gestire i livelli di colesterolo, riducendo il rischio di malattie cardiache. Per il 2010 Dietary Guidelines for Americans, si dovrebbe ottenere circa 14 grammi di fibra per ogni 1.000 calorie che si mangia, o 28 grammi in una dieta di 2.000 calorie al giorno. Fonti di fibra ad alta percentuale proteica includono fagioli e noci.

Il problema della chetosi

Su una dieta low-carb, il corpo è costretto a bruciare il grasso per combustibile invece di carboidrati. Alcune parti del vostro corpo, come il tuo cervello, non è possibile utilizzare grasso per energia, così il tuo corpo deve produrre sostanze chiamate chetoni per fornirli con carburante. Sovrapproduzione di chetoni provoca una condizione chiamata chetosi, che può causare l'alito cattivo, disturbi di stomaco, calcoli renali e anche insufficienza renale. In casi estremi, chetoni causano il sangue diventare troppo acida, con conseguente danno cerebrale e morte.

Problemi di durata della vita

Mangiare troppe proteine può condurre al rischio aumentato di morte nel Medio Evo, secondo uno studio pubblicato nel "Metabolismo cellulare" nel 2014. I ricercatori hanno trovato che gli intervistati di età compresa tra i 50 e i 65 chi ha mangiato le diete ad alta percentuale proteica hanno avuti un rischio maggiore di 75 per cento della mortalità per qualsiasi causa ed erano quattro volte più probabili di morire di cancro rispetto a quelli sulle diete a basso contenuto di proteine. Solo proteine animali, tuttavia, sono state associate con la mortalità aumentata; proteine vegetali non erano.

Mangiare in equilibrio

La dieta più sana è una variegata che rappresenta tutti i principali gruppi alimentari. Per una nutrizione ottimale, il 2010 Dietary Guidelines for Americans consiglia di ottenere 45 a 65 per cento delle calorie dai carboidrati, 10-35 per cento delle calorie da proteine e 20-35 per cento delle calorie da grasso. Se si includono carne e formaggio nella vostra dieta, scegliere Opzioni di magre e bassa percentuale di grassi, come grassi saturi di origine animale è collegato a livelli elevati di colesterolo.