Cibi da evitare e vitamine per l'Herpes

August 27

Cibi da evitare e vitamine per l'Herpes

L'herpes è un nome comune per infezioni causate da uno dei due tipi di virus herpes simplex. Herpes orale, noto anche come herpes labiale, herpes labiale e herpes labialis, colpisce la bocca e la pelle circostante. Herpes genitale colpisce i genitali e a volte le natiche o l'ano. Non esiste una cura per l'herpes e alcune persone soffrono di riattivazioni periodiche. Evitare certi cibi e l'utilizzo di alcune vitamine può ridurre la frequenza e la gravità dei focolai di herpes.

Cibi da evitare

Nell'edizione 2007 di "Medicina integrativa", Professore Università di Wisconsin David Rakel, M.D. consiglia di sterzo chiara di alimenti ricchi nell'aminoacido arginina, quali cioccolato, arachidi, anacardi, mandorle, semi di girasole e gelatina. Secondo Dr. Rakel, l'herpes simplex virus richiede arginina per riprodurre. Le diete ad alte contenuto di arginina possono innescare il virus per iniziare la riproduzione. Anche se l'arginina si trova in molti alimenti, tra cui carne, pollame, pesce, latticini e legumi, arginina in questi alimenti è neutralizzato da un altro aminoacido, lisina, che oppone gli effetti di arginina sul virus dell'herpes simplex.

Vitamina C

La vitamina C è una vitamina idrosolubile trovato naturalmente in molti frutti e verdure e anche commercializzato come integratore alimentare sopra il contatore. Secondo l'esperto di medicina olistica Alan R. Gaby, M.D. nel numero di dicembre 2005 di "Rassegne della medicina alternativa", i medici hanno conosciuto dal 1930 che le alte assunzioni di vitamina C possono anche combattere herpes inattivando il virus di simplex di erpete. Dr. Gaby raccomanda di prendere integratori nelle dosi di 10.000 mg al giorno per il trattamento di un focolaio attivo e 500-3.000 mg al giorno per prevenire future epidemie. Per le persone che preferiscono concentrarsi su vitamina C dai cibi, fonti includono peperoni, agrumi frutta e succhi di frutta, fragole, pomodori, broccoli, verdure a foglia verde, dolce e patate bianche, melone, papaya, mango, anguria, cavolini di Bruxelles, cavolfiore, cavolo, zucca invernale, lamponi, mirtilli, mirtilli e ananas.

Vitamina E

La vitamina E è una vitamina liposolubile presente naturalmente nella frutta, verdura e grano. Come la vitamina C, è commercializzato come integratore alimentare non quotato in borsa. A differenza di vitamina C, uso terapeutico della vitamina E per l'herpes ha focalizzato su applicazioni topiche. Dr. Rakel dice che pazienti che applicano l'olio di vitamina E in genere verificano una diminuzione correlate a herpes disagio in meno di 15 minuti, ma a volte ci vogliono fino a otto ore. I pazienti riferiscono anche più rapida guarigione, soprattutto quando la vitamina E è applicata frequentemente, fino a quattro volte al giorno. Per le persone che preferiscono concentrarsi sulla vitamina E da alimenti, fonti includono gli oli vegetali realizzati da germe di grano, di girasole o di cartamo e di verdure verdi come spinaci e broccoli.