Antibiotici che trattano UTI in bambini

February 16

La National Kidney Diseases e urologiche informazioni Clearinghouse stima che ogni anno circa il 3 per cento i bambini negli Stati Uniti sono colpiti da infezioni delle vie urinarie (UTIs). Gli antibiotici sono i farmaci di scelta per trattare e gestire UTIs nei bambini, e il trattamento iniziale prevede un antibiotico ad ampio spettro che è efficace contro diversi tipi di batteri. Una volta che i test di laboratorio determinano l'agente causativo esatto, sono prescritti antibiotici più specifici. La lunghezza del trattamento, il programma giornaliero e il tipo di antibiotico dipendono anche da altri fattori, quali la severità delle allergie condizione e paziente.

Antibioitcs beta-lattamici

Beta-lattamici, come ampicillina e amoxicillina, sono stati usati tradizionalmente per trattare UTIs nei bambini compresi neonati e bambini piccoli tra 2 mesi e 2 anni di età. L'antibiotico è solitamente assunta per via orale, e il corso della terapia dura per 7-14 giorni. Tuttavia, l'American Academy of Pediatrics (AAP) raccomanda somministrazione endovenosa per l'iniziale 24 a 48 ore o fino a quando la condizione del bambino migliora. Questo dovrebbe essere seguita per via orale per completare il corso di 7-14 giorni.

Effetti indesiderati comuni includono mal di stomaco, vomito e diarrea. È importante chiamare immediatamente il medico se il bambino sviluppa convulsioni eruzione cutanea, pelle severa, ingiallimento della pelle o occhi, sanguinamento insolito o pelle pallida.

Trimetoprim/sulfametossazolo (TMP/SMX)

Secondo l'AAP, e. coli è la causa più comune di UTIs in bambini ed emergente resistenza di e. coli agli antibiotici beta-lattamici ha spinto i medici a utilizzare il farmaco di combinazione che contiene trimetoprim e sulfametossazolo (TMP/SMX) come alternativa. Infatti, l'AAP stima che TMP/SMX ha più alti tassi di guarigione (4% al 42%) confrontati con ampicillina e amoxicillina, indipendentemente dalla durata della terapia.

TMP/SMX può essere assunto per via orale o per via endovenosa per 7-14 giorni, a seconda delle condizioni del bambino. Mal di stomaco, vomito e perdita di appetito sono gli effetti indesiderati comuni. È importante chiamare il medico se il bambino sviluppa la pelle eruzioni cutanee, mal di gola, febbre o brividi, piaghe alla bocca o insoliti ecchimosi e sanguinamento.

Cephalosprorins

Primo, secondo e cefalosporine di terza generazione, quali cefixime e cefalexina, sono alternative efficaci ai beta-lattamici e TMP/SMX. In un abstract pubblicati sul sito AAP Medical Conference and Exhibition, Dr. Hillary Copp afferma che l'uso delle cefalosporine di terza generazione è aumentata dal 12% al 25% di tutte le prescrizioni di antibiotici per UTIs pediatrica.

Gli effetti collaterali comunemente coinvolgono l'apparato digerente e possono includere crampi allo stomaco, nausea, vomito e diarrea. Questi effetti collaterali sono generalmente lievi e andare lontano nel tempo, ma è importante contattare il medico se i problemi persistono.