Una prognosi CLL

December 7

Una prognosi CLL

Leucemia linfocitaria cronica o CLL è diverso da forme acute di leucemia in quanto inizialmente, meno si comporta aggressivamente. Potrebbe avere una prolungata fase durante la quale la malattia progredisce lentamente o per niente. Tuttavia, a differenza delle forme acute, la progressione della malattia è irreversibile. Secondo il "Annals of Oncology", la sopravvivenza media dei pazienti con CLL è otto-dieci anni. Questo è un miglioramento significativo sopra la prognosi di cinque o sei anni che è stata segnalata nel 1970. Vari fattori colore prognosi individuale.

Tipi di cellule

Linfoblasti possono maturare in diversi tipi di globuli bianchi, quindi ci sono diversi tipi di leucemia linfocitaria cronica. La prognosi di CLL dipende dal tipo di cellule del sangue è coinvolto. Il manuale di Merck spiega che nella maggior parte dei casi, CLL coinvolge i linfociti B. Tuttavia, può includere anche leucemia a cellule capellute, leucemia a cellula T e sindrome di Sézary. Di tutte le tipologie di CLL, pazienti con la leucemia lymphocyctic B tendono a vivere più a lungo rispetto a quelli con altri tipi. Il manuale di Merck segnala che i pazienti con la leucemia linfocitaria B vivere fra dieci e venti anni dopo la diagnosi.

Gestione temporanea

Messa in scena è intimamente legato alla prognosi CLL perché pazienti negli stadi avanzati della malattia hanno una prognosi peggiore. Il National Cancer Institute afferma che ci sono due modi standard di mettere in scena la malattia nei pazienti con LLC. Le gamme di sistema di Binet da stadio clinico A, che è caratterizzata da nessuna anemia o carenza di piastrine e meno di tre aree di coinvolgimento di linfonodi, alla fase C, che è caratterizzata da anemia o carenza di piastrine. Il sistema di Rossi ha cinque fasi della malattia, che vanno dalla fase 0 alla fase IV. In stadio 0, l'unico sintomo è un conteggio dei linfociti leggermente sopraelevata. Nella fase IV, note di linfonodi, fegato e milza sono allargate. Il conteggio delle piastrine è giù, perché il midollo osseo è affollato con i linfociti.

Tassi di sopravvivenza

I tassi di sopravvivenza dal momento della diagnosi sono migliori per i pazienti se la malattia si trova in una fase precoce. MedlinePlus segnala che "la metà dei pazienti diagnosticati nelle prime fasi della malattia dal vivo più di 12 anni".

Altri fattori

Il National Cancer Institute segnala che la prognosi è influenzata da altri fattori pure. Salute generale del paziente influenza la prognosi. Altri fattori includono l'efficacia del trattamento, se la malattia progredisce alla leucemia linfoma o prolymphocytic, e se è stato modificato il DNA del paziente.

Statistiche

Secondo il National Cancer Institute, i ricercatori stimano 14.990 nuovi casi di CLL nel 2010 e 4.390 morti. CLL è principalmente una malattia degli anziani, molti dei quali hanno altri disturbi che possono influenzare la prognosi. Anche se CLL è una malattia mortale, la prognosi a breve termine è meglio per i giovani che si trovano in una salute migliore.