Rischio fetale associato all'uso di Prednisone

September 18

Rischio fetale associato all'uso di Prednisone

Prednisone è spesso prescritto per l'asma, una delle più comuni complicazioni di gravidanza. Infatti, circa 6 milioni le donne sotto i 45 hanno asma e circa 0,5-1,3 per cento di tutte le gravidanze sono complicate da asma materna, secondo il sistema di informazione teratogeno Illinois. Le donne che continuano a prendere il farmaco durante la gravidanza per asma e altre condizioni possono avere un rischio leggermente più elevato di complicanze rispetto alle donne che non prenda prednisone.

Prednisone

Prednisone, un farmaco corticosteroide, è dato per via orale o per inalazione per evitare sostanze che causano l'infiammazione nel corpo di essere rilasciato. Prednisone può essere utilizzato nel trattamento di malattie che colpiscono la pelle, occhi, apparato respiratorio, apparato digerente, sistema endocrino, sistema cardiovascolare e del sistema connettivo. Sono esempi di malattie trattate con prednisone allergie, asma, sclerosi multipla, l'artrite ed il lupus. Più del farmaco entra sangue della madre quando somministrato per via orale rispetto a quando viene inalato, quindi il rischio per il feto è più alto con prednisone orale.

Labbro fenduto

Gli studi sugli animali hanno mostrato un aumentato rischio di labiopalatoschisi, un difetto di nascita, in ratti, topi e conigli quando la madre ha ricevuto prednisone o altri corticosteroidi durante la gravidanza. Tuttavia, uno studio umano condotto in Spagna ha rilevato che sebbene il rischio di schisi del labbro era sei volte superiore nei neonati cui madri hanno assunto corticosteroidi durante il primo trimestre che nel gruppo di controllo, il numero effettivo di casi di labbro leporino era solo due su 1.184 neonati rispetto al tasso previsto di 0.2, secondo il Dr. Elvira Rodríguez-Pinilla in un articolo pubblicato nel numero di luglio 1998 di "Teratologia."

Complicanze della gravidanza

Prednisone e altri corticosteroidi somministrati per via orale durante la gravidanza leggermente aumentano il rischio di parto prematuro, basso peso alla nascita e pre-eclampsia, una condizione che aumenta la pressione sanguigna della madre e mette il bambino e la madre a rischio di gravi complicanze, secondo l'American College of Allergy, asma e immunologia. Tuttavia, visti gli effetti potenzialmente pericolosi di asma grave sulla madre e sul feto, compresa la mancanza di ossigeno, l'uso di corticosteroidi per via inalatoria o orali durante la gravidanza non dovrebbe essere ritenuta, dice Dr. Catherine Nelson-Piercy nel numero di aprile 2001 di "Torace".

Considerazioni

Se si prenda prednisone e diventare incinta, discutere la questione con il vostro fornitore di cure mediche. Se si interrompe improvvisamente il prednisone, potrebbero verificarsi capogiri, pressione sanguigna bassa, glicemia bassa e difficoltà respiratorie. I ricercatori hanno concluso che il feto può essere protetto dagli effetti nocivi di prednisone per diversi motivi: perché la placenta rende il farmaco inattivo; il farmaco si lega ad una proteina grande, impedisce il prednisone di attraversare la barriera placentare; e fegato del bambino non può attivare il farmaco fino al secondo trimestre di gravidanza, secondo Associates di immunologia riproduttiva.