Adrenalina & ansia

April 22

Adrenalina & ansia

L'ansia è un'emozione che è funzionalmente legata alla paura. Queste emozioni hanno origine in una piccola parte del lobo temporale del cervello chiamata amigdala. Iperattività nell'amigdala può portare ad ansia e disturbi affettivi, secondo una revisione pubblicata nei dialoghi in neuroscienza clinica. Il libro di testo "comunicazione intercellulare nel sistema nervoso" spiega che quell'adrenalina è un neurotrasmettitore coinvolto nell'attivazione della "lotta o fuga" risposta a stimoli di minaccia.

Rilascio di adrenalina

Adrenalina, chiamato anche epinepherine, è un neurotrasmettitore che è fatto e memorizzato nella parte più interna, o midollo delle ghiandole surrenali. Il testo "Neuroscienze: esplorando il cervello", spiega che il midollo surrenale è un gruppo di neuroni simpatici che si siede sopra i reni. Quando il cervello percepisce una situazione pericolosa, invia segnali per attivare la divisione simpatica del sistema nervoso autonomo, il rilascio di adrenalina nel flusso sanguigno. Le cellule in tutto il corpo rispondono all'adrenalina piuttosto rapidamente.

Effetti fisiologici

Tessuti rispondono all'adrenalina in molti modi fisiologici. Pupille diventano dilatate, la pelle diventa sudata e il cuore batte più velocemente. Questi cambiamenti fisiologici sono destinati a preparare un individuo a confrontarsi con una minaccia incombente. Tuttavia, gli individui con disturbi d'ansia potrebbero sperimentare queste sensazioni nonostante l'assenza di pericolo evidente. Questi sintomi fisici sono parzialmente dovuto la secrezione di adrenalina in eccesso.

Ansia cronica

L'ansia è un sentimento normale quando sperimentato in risposta a una minaccia evidente o imminente. Tuttavia, quando il corpo non riesce a smontare questa risposta dopo lo spostamento della minaccia, un disturbo d'ansia potrebbe essere presente. L'ansia cronica è associata con i livelli elevati di adrenalina.

Effetti a lungo termine

Gli effetti cronici di stress e ansia nel corso del tempo possono essere deleteri per il cervello e il corpo. Un modo che il corpo risponde all'ansia è aumentando la produzione di ormoni surrenali chiamato glucocorticoidi. Questi ormoni, a loro volta, comunicano con il cervello al fine di regolare la secrezione degli ormoni ipofisari che influenzano i processi quali il metabolismo, la crescita e la riproduzione. Il cervello è influenzato da ansia in molti modi negativi, spiega una recensione pubblicata nei dialoghi in neuroscienza clinica. L'ansia è associata con i cambiamenti nelle parti del cervello responsabile per l'apprendimento, memoria e funzioni cognitive superiori.

Trattamenti

Il testo "Psicofarmacologia essenziale" spiega che disturbi d'ansia sono di solito trattati con farmaci chiamati ansiolitici. La maggior parte dei farmaci prescritti per l'ansia sono le benzodiazepine, inibitori della ricaptazione di serotonina o inibitori della ricaptazione della serotonina noradrenalina. Inoltre, alcuni pazienti trovano che utilizzando farmaci che bloccano gli effetti di adrenalina, come propanolol, aiuta ad per alleviare i disagio fisici sintomi di ansia.