Vitamina E & fegato grasso

July 17

Vitamina E & fegato grasso

La vitamina E è un antiossidante naturale che ha indicato una certa promessa nel trattamento della steatosi epatica. Steatosi epatica è un gruppo di condizioni che comportano un accumulo di grasso nel fegato. La maggior parte delle persone che hanno fegato grasso sono persone che non bevono poco o nessun alcool ma sperimentare lo stesso tipo di danno all'organo come persone che bevono eccessivamente. Crescenti livelli di obesità e diabete possono essere parte del motivo per che le condizioni del fegato grasse più vengono diagnosticate. Destra ora, l'unico modo per sapere che avete fegato grasso è avere il vostro medico di eseguire un test. Inoltre, non c'è nessun trattamento medico tradizionale per la condizione.

Vitamina E

La vitamina E protegge il corpo dai danni causati dai radicali liberi, che danneggiano le cellule, tessuti e organi. È possibile ottenere un sacco di vitamina E attraverso integratori e nel germe di grano, mais, noci, semi, spinaci, asparagi e oli vegetali. Vitamina E è usata come terapia sperimentale in studi di ricerca sul cancro, malattie cardiache, disturbi del sistema immunitario e metabolici, malattia di demenza e fegato. Sebbene siano stati ottenuti alcuni risultati promettenti, la vitamina E non è un trattamento stabilito per fegato grasso ancora.

Fegato grasso

Fegato grasso si riferisce a un progressivo spettro di disturbi che comportano un aumento dei grassi nelle cellule epatiche. Su un'estremità dello spettro è steatosi semplice, o una quantità elevata di grasso. Questo è ciò che è noto come steatosi epatica. È diagnosticato quando il grasso comincia a prendere tra il 5 e il 10 per cento del peso del tuo fegato. L'American Foundation di fegato dice circa il 25 per cento della popolazione potrebbe avere steatosi epatica, e alcuni non lo sanno. È spesso asintomatica. Per ragioni che non sono completamente chiari, la malattia può progredire con infiammazione e cicatrici. Sinistro fegato grasso, non trattato può portare a cirrosi e in definitiva non riescono, un problema potenzialmente fatale senza un trapianto.

Terapia della vitamina E nell'affezione epatica grassa

Poiché lo sforzo ossidativo è implicato nello sviluppo e nella progressione di malattia del fegato grasso, gli scienziati hanno studiato se gli antiossidanti come la vitamina E, così come selenio e betaina, contribuiscono a trattare la condizione. Attualmente, nessuna cura e nessuna procedura di trattamento stabilito esiste per steatosi epatica. Nello studio della gente con lo steatohepatitis non alcolico, una forma avanzata di fegato grasso, i ricercatori di pubblicare in "The New England Journal of Medicine" ha trovato che la vitamina E ha migliorato significativamente alcune delle caratteristiche della malattia. Ad esempio, alleviato in mongolfiera delle cellule di fegato e ha contribuito a diminuire il flusso degli enzimi che il corpo produce quando un organo è ferito. In altre ricerche, vitamina che e è stato combinato con cambiamenti dietetici, che ci ha aiutato ridotto la risposta di infiammazione che è in gioco quando NAFLD si sviluppa in primo luogo.

Non Primetime

La vitamina E è solo un trattamento sperimentale a questo punto, come sono ancora essere raccolte prove per determinare come usarlo in modo efficace in condizioni di fegato grasse. La Mayo Clinic, nella sua classificazione delle prove esistenti, dà vitamina E solo una C, riconoscendo il lavoro lasciato da fare nella ricerca. Altri trattamenti in esame per steatosi epatica comprendono farmaci per il diabete, nonché gli interventi di stile di vita con controllo del peso, dieta ed esercizio fisico.