Mononucleosi in atleti

August 21

Mononucleosi in atleti

Più comunemente chiamato la "malattia del bacio", la mononucleosi è un virus che può causare febbre, mal di gola, ingrossamento dei linfonodi e un ingrossamento della milza. Fatica è anche un sintomo, rendono il virus un potenziale ostacolo per gli atleti. A causa dell'ingrandimento splenico, partecipazione a sport è pericoloso. Contatto o pressione può causare la milza alla rottura. Anche se si può sentire sotto pressione per tornare rapidamente al vostro sport, seguire i consigli del medico e attendere fino a quando i sintomi si sono ritirate.

Nozioni di base di mononucleosi

Collegato al virus Epstein - Barr e citomegalovirus, mononucleosi - o mono - si sviluppa dalla saliva e stretto contatto. L'infezione può svilupparsi a qualsiasi età, ma colpisce soprattutto gli adolescenti tra i 15 e i 17 anni. Mono è lento per sviluppare, come la sua incubazione periodo cade tra i 30 e i 50 giorni. Si può sentire un inizio di affaticamento, mal di testa e mal di gola che lentamente peggiora. Spesso, le tonsille si gonfiano e sviluppano un rivestimento biancastro-giallo. I linfonodi sul tuo corpo..--soprattutto quelli dietro le orecchie e sul collo..--anche gonfiarsi e può essere dolorosi al tatto.

Diagnosi e trattamento

Un esame del sangue determinerà se si dispone di mono o un'altra infezione. La diagnosi è importante - soprattutto per gli atleti - per evitare complicazioni come l'ostruzione delle vie respiratorie superiore e rotture spleniche. Sintomi di mono variano da individuo a individuo. Mentre potrebbe presentare con i sintomi abbastanza gravi per il ricovero, il tuo amico potrebbe avere solo un lieve rialzo febbrile e alcuni fatica. Come un virus, mono non risponde agli antibiotici - deve fare il suo corso. In genere, resto, fluidi e un farmaco antinfiammatorio per ridurre il gonfiore dei linfonodi sono raccomandati. Si possono, tuttavia, bisogno di antibiotici se contemporaneamente si soffre di mal di gola o un'altra infezione.

Mononucleosi e milza

Anche se fatica, febbre e tonsille gonfie possono influire negativamente sulle salute di un atleta, l'ingrossamento della milza è la barriera principale di ritornare in attività. Circa il 50 per cento dei casi di mononucleosi provocare splenomegalia o splenomegalia nella seconda o terza settimana di malattia. La tua milza, situata nella parte superiore sinistra dell'addome, funziona come un organo di filtraggio e deposito di sangue. Come tale, può provocare danni a questo organo, specialmente nel suo stata allargata, in grave emorragia interna. Pubblicato un rapporto di ottobre 2004 negli Stati "medico di famiglia americano" che rottura splenica è rara, accadendo in solo 0,1 per cento della popolazione colpita. Tuttavia, si raccomanda cautela; gli atleti hanno bisogno di approvazione del medico per tornare all'attività.

Ritorno all'attività

Se quattro settimane è la tipica quantità di tempo necessario per i test del sangue mostrare i livelli normali di linfociti - cellule che attaccano e uccidono gli agenti patogeni d'invasione..--nessun lasso di tempo è stata stabilita per chi soffre di mono tornare alla attività sportiva. L'esame addominale e nelle vicinanze monitoraggio può aiutare il medico a determinare il progresso della vostra malattia. Rottura della milza richiede un intervento chirurgico di emergenza ed è potenzialmente mortale. Rottura splenica è non l'unica preoccupazione, tuttavia, quando si torna allo sport. Atleti che ha sopportato una febbre ed affaticamento severo potrebbero verificarsi una perdita di forza e la resistenza cardiovascolare. Tornare in condizione è fondamentale, ma deve essere graduale per evitare ulteriore stress sul corpo.