Quanta vitamina D3 può prendere una donna in un giorno?

January 12

Quanta vitamina D3 può prendere una donna in un giorno?

Tutti hanno bisogno di vitamina D, ma gli importi necessari e i possibili benefici dell'assunzione di quantità elevate di vitamina D sono argomenti di dibattito caldo in medicina. Due forme di vitamina D sono disponibili come integratori, vitamina D2, chiamati anche ergocalciferolo e D3, chiamato colecalciferolo. D3 è la forma sintetizzata dalla pelle e D2 è il tipo sintetizzato dalle piante. Maggior parte degli integratori contengono D3, secondo Linus Pauling Institute, che possono essere meglio utilizzate dal corpo. Donne possono realizzare benefici per la salute in particolare dal completamento di vitamina D.

Indennità dietetica raccomandata

L'indennità dietetica raccomandata descrive una quantità sufficiente per le esigenze del 97-98 per cento delle persone sane. Per le femmine, il RDA non cambia da età 1 fino ai 70 anni, ma resta a 600 unità internazionali al giorno. All'età di 70 anni, il RDA aumenta a 800 IU al giorno. La RDA per la vitamina D è stata sollevata nel 2010 basato su una serie di studi di ricerca che indica che l'attuale standard erano troppo basse.

Limiti superiori di Tolderable

I livelli di assorbimento tollerabile indicano la dose massima che non provoca tossicità. Il limite superiore tollerabile per le donne e le ragazze oltre 9 anni per la vitamina D è 4.000 IU al giorno. Non prenda questo molto D3 senza l'approvazione del vostro medico. Non è possibile ottenere troppo D3 dal sole; ingestione dietetica inoltre è improbabile da causare troppa D3. È possibile un sovradosaggio sui supplementi di D3, secondo Linus Pauling Institute.

Vantaggi

Dei 40 milioni di americani che hanno o sono a rischio per lo sviluppo di osteoporosi, il 68 per cento sono donne. Vitamina D in qualsiasi forma da solo non viene visualizzata per ridurre il rischio di sviluppare fratture o di ridurre le cadute, secondo l'ufficio di integratori alimentari. Dare la vitamina D ed il calcio aumentare la densità ossea, secondo studio di iniziativa di salute delle donne condotto da ricercatori dell'Ohio State University e segnalato nel 16 febbraio 2006 "New England Journal of Medicine". Una revisione della letteratura condotta da Harvard Medical School e Brigham and Women Hospital e segnalato nelle questioni marzo 2006 del "Cancro provoca e controllo" visto anche studi sul cancro e vitamina D. ricercatori ha concluso che i dati relativi a diminuito il rischio di cancro al seno era insufficiente per affermare definitivamente che c'era una correlazione tra i due, ma che ulteriore ricerca era necessaria. Studi relazionati a cancro colorettale sostengono la teoria che i livelli bassi di vitamina D possono essere associati con cancro colorettale.

Rischi

Prendendo troppa vitamina D può avere rischi significativi. Perché la vitamina D aiuta nell'assorbimento del calcio dall'intestino, livelli molto elevati di vitamina D possono causare elevati livelli di calcio pure. Sintomi di elevati livelli di calcio includono perdita di peso, perdita di massa ossea, calcoli renali e irregolarità cardiache. Relazione 2006 studio iniziativa di salute delle donne ha anche trovato un rischio aumentato di 17 per cento di calcoli renali su un periodo di 7 anni in donne che prendono 1.000 mg di calcio e 400 UI di vitamina D al giorno.