Quali sono i trattamenti per le infezioni del micoplasma?

June 26

Quali sono i trattamenti per le infezioni del micoplasma?

Micoplasma fanno parte della normale flora della cavità orale umana e del tratto genitale. Tuttavia, alcune specie di micoplasma, quali Mycoplasma pneumoniae e Mycoplasma hominis, può penetrare la barriera sangue e tessuti, specialmente in individui con immunità ridotta, per causare la sinusite, polmonite, malattia infiammatoria pelvica e infezioni renali. Secondo la Guida di salute del New York Times, SP. del micoplasma sono responsabili di 15-50 per cento di tutti i casi di polmonite negli adulti e ancor più in bambini in età scolare. Molte infezioni da mycoplasma mite sono auto-limitanti, tuttavia, gli antibiotici possono essere prescritti per trattare le infezioni gravi.

Antibiotici

La diagnosi di malattie che coinvolgono del micoplasma sono spesso difficili, perché sono richieste in particolare isolare questo microorganismo culture e prove speciali. Quindi, sono prescritti antibiotici ad ampio spettro che sono efficaci contro una varietà di batteri. Tetracicline e macrolidi, come eritromicina e roxithromycin, dovrebbero essere incluso nel regime terapeutico per polmonite, infezioni del tratto genitale e la malattia infiammatoria pelvica, soprattutto se si sospetta infezione del micoplasma. In un articolo pubblicato nell'edizione di novembre 1997 della Gazzetta di chemioterapia antimicrobica, Dr. David Taylor-Robinson consiglia ketolidi e chinoloni più recenti per il trattamento di infezioni da mycoplasma, che hanno una maggiore attività e a differenza di tetracicline e macrolidi, che agiscono impedendo la moltiplicazione di micoplasma, ketolidi e chinoloni hanno la capacità di uccidere il microrganismo.

Gli antibiotici sono spesso prescritti per due o tre settimane a causa dell'incapacità della maggior parte degli antibiotici per uccidere micoplasma, che può aumentare le probabilità di una ricaduta. La via di somministrazione è, solitamente, orale. Tuttavia, Dr. David Taylor-Robinson suggerisce nel giornale di chemioterapia antimicrobica che gli individui con malattie da immunodeficienza dovrebbero essere dato l'antibiotico più inibitorio per via endovenosa.

Effetti indesiderati comuni di questi antibiotici includono nausea, vomito, diarrea e perdita di appetito.

Fluidi

La Guida di salute del New York Times consiglia di fluidi insieme resto, nell'ambito dell'assistenza domiciliare per trattare infezioni da mycoplasma. Consumo di grandi quantità di fluidi può contribuire a trattare le infezioni scaricandone i batteri dal respiratorio o le vie genito-urinarie. Fluidi possono essere somministrati per via orale o per via endovenosa a seconda delle condizioni del paziente.

Dieta ricca di proteine

Secondo la britannica Morgellons Research Foundation, alcune specie di micoplasma può attivare o sopprimere il sistema immunitario ospite e possono utilizzare queste attività per eludere la risposta immune dell'ospite. Dieta ricca di proteine può aiutare a migliorare il sistema immunitario, quindi, aumentando la capacità del corpo di combattere le infezioni varie, comprese quelle causate da micoplasmi.