Gli effetti della chemioterapia & radiazione sui neonati

January 3

Gli effetti collaterali da farmaci chemioterapici e radiazioni, le più comuni opzioni di trattamento per il cancro indipendentemente dall'età, dipende da una varietà di fattori. Il tipo e il dosaggio dei farmaci chemioterapici utilizzati, il sito, nonché la durata della terapia di radiazioni tutti influenzerà reazione del vostro bambino. Esistono, tuttavia, alcuni effetti collaterali da chemioterapia e radioterapia che sono specifici di trattamento nei neonati.

Perdita dell'udito

I neonati trattati con un farmaco chemioterapico cisplatino sono a rischio di perdere la loro capacità di sentire suoni acuti (cioè, le lettere "s" e "f'"), secondo un articolo di AboutKidsHealth.com, "Effetti collaterali della chemioterapia." Molti suoni acuti sono importanti per lo sviluppo del linguaggio, e se un bambino non può sentirli, può portare a problemi di articolazione di loro. Logopedia è consigliato per aiutare a superare questo problema come il vostro bambino invecchia.

Cervello e danni al sistema nervoso centrale

Malgrado il relativo successo in cancellando i tumori cerebrali, la radiazione può danneggiare il cervello e sistema nervoso centrale dei bambini di età inferiore a 3, secondo il sito Web di St. Jude Children Research Hospital. Il sito cita un sondaggio del National Cancer Institute dei sopravvissuti al cancro, sostenendo che il 70 per cento dei bambini sotto età 3 che sono stati trattati con radiazioni per un apprendimento aula o cervello tumori più tardi necessaria educazione speciale.

Problemi della neuroendocrina

Il medulloblastoma è il tumore cerebrale maligno più comune dell'infanzia. Può essere curata con radiazione se la malattia continua ad avanzare rapidamente malgrado la chemioterapia, secondo un articolo, "Miles per andare: prospettive su Medulloblastoma Management," scritto da DRS. Massimiliano De Bortoli, Murali Chintagumpala e John Y. H. Kim del Texas Children s Cancer Center ospedale bambini. Oltre ai problemi descritti nella sezione 2, molti neonati trattati con questo tipo di radiazioni anche problemi neuroendocrini più tardi nella vita. Nel capitolo 18 del suo 2003 libro "caso base di pediatria per studenti e residenti medici", Dr. Wade Kyono dell'Università delle Hawaii cita esempi di problemi neuroendocrini in ritardo che probabilmente seguono radioterapia per i tumori cerebrali infantili. Egli elenca il ritardo della crescita da secrezione alterata dell'ormone della crescita, ipotiroidismo e pubertà precoce o ritardata. Egli raccomanda regolari, presto la prova endocrina per tutti i pazienti trattati per tumori cerebrali nell'infanzia e nella fanciullezza.