Schizofrenia & dopamina e glutammato

September 29

Schizofrenia & dopamina e glutammato

La schizofrenia è un disturbo psicologico complesso con componenti neurologiche. In primo luogo descritto nel 1887 come demenza praecox da medico tedesco Emil Kraepelin, schizofrenia consiste dei sintomi positivi e negativi. I sintomi positivi della schizofrenia sono quelle che coinvolgono un'esagerazione o distorsione della normali pensieri, emozioni e comportamenti, come deliri e allucinazioni. I sintomi negativi della condizione sono quelli che implicano una riduzione o assenza di normali pensieri, emozioni e comportamento, come influenza piana, o una mancanza di reazione emotiva; l'impossibilità di connettersi con gli altri; e una tendenza all'isolamento sociale. Data la natura seria di questa malattia, molta ricerca è stata condotta durante il secolo passato per capire meglio la schizofrenia. Un'area di intensa ricerca implica la comprensione di come le sostanze chimiche del cervello, come la dopamina e glutammato, impatto schizofrenia.

L'ipotesi della dopamina

La teoria della dopamina di schizofrenia si basa sulla conoscenza dei farmaci antipsicotici, come pure gli effetti di sostanze illecite come le anfetamine. Uno degli effetti collaterali dei farmaci antipsicotici è tremori del Parkinson-tipo. Gli scienziati sanno che il morbo di Parkinson è causato dai bassi livelli di dopamina in determinate aree del cervello. Poiché i farmaci utilizzati per trattare il lavoro di schizofrenia per diminuire i livelli eccessivi del neurotrasmettitore, i ricercatori hanno cominciato a chiedersi sui livelli di dopamina nel cervello di schizofrenia. Ulteriori informazioni riguardanti questa teoria è venuto dall'osservazione gli individui facendo uso di anfetamine. Psicosi indotta da anfetamina assomiglia di schizofrenia paranoide. Quando si è sotto l'influenza di anfetamine, il cervello è invaso da dopamina e noradrenalina. Utilizzando questi fatti come punto di partenza, gli scienziati alla fine ha scoperto che i pazienti con schizofrenia hanno ricevitori della dopamina eccessiva in regioni specifiche del cervello.

Glutammato e schizofrenia

La dopamina è solo uno dei neurotrasmettitori coinvolti nella schizofrenia. Glutammato, un trasmettitore che è diffuso nel cervello umano, può anche svolgere un ruolo. Come con dopamina, note sugli effetti dell'uso della droga illecita condotto ad interesse in glutammato. La droga fenciclidina o PCP, può indurre psicosi, come pure alcuni dei sintomi negativi della schizofrenia. PCP produce i suoi effetti interferendo con i recettori del glutammato in varie regioni del cervello, compreso la corteccia prefrontale, che è la sede del funzionamento esecutivo - il termine ombrello per descrivere le attività responsabile attenzione, memoria a breve termine e generale dell'elaborazione di nuove informazioni..--e alcuni aspetti del ragionamento.

La corteccia prefrontale e schizofrenia

La corteccia prefrontale è implicata nella schizofrenia perché questa regione è dove si svolge una grande quantità di dopamina, glutammato e altre attività di neurotrasmettitore. Per più ulteriormente esaminare il ruolo della corteccia prefrontale nella schizofrenia, ricercatori presso Albany Medical College di New York ha condotto uno studio in 2007 che è stato pubblicato sulla rivista "Psichiatria biologica". I ricercatori hanno studiato i comportamenti dei ratti con danno della corteccia prefrontale e trovano che il danno qui ha condotto ad una rottura nell'attività della dopamina-glutammato. Una volta che questa rottura si è verificato, i ratti iniziarono a esporre il comportamento schizofrenico. Da questi risultati, i ricercatori hanno supposto che una perturbazione delle interazioni di corteccia prefrontale dopamina-glutammato potrebbe contribuire alla manifestazione della schizofrenia-come i sintomi.

Neurotrasmettitori e cognizione

I ricercatori stanno iniziando a comprendere meglio il ruolo della dopamina e del glutammato nella psicosi della schizofrenia. Nuova ricerca pubblicata sulla rivista di "Chimica medicinale corrente" esaminato dopamina e glutammato nelle interruzioni cognitivi della malattia. Gli scienziati dell'Istituto di ricerca neuropsichiatrici in Svezia utilizzato modelli murini di guardare se dopamina potrebbe essere implicata nella cognizione diminuita. Hanno testato tradizionali neurolettici e antipsicotici di nuova generazione, che tendono a concentrarsi maggiormente sulla dopamina e trovato che la dopamina composti led per una migliore stabilizzazione mentale.