Carenza di ferro & colesterolo alto

January 18

Carenza di ferro & colesterolo alto

Il tuo corpo ha bisogno di ferro per la produzione di emoglobina, la proteina specializzata che dà rosso sangue cellule loro colore rosso. L'emoglobina trasporta l'ossigeno nel sangue, che lo rende vitale per la funzione di tutte le cellule. Un alto livello di ferro nel sangue può provocare la produzione di ferro bioattivo, che possa promuovere lo sforzo ossidativo. Lo sforzo ossidativo contribuisce ad aterosclerosi, una condizione aggravata da colesterolo alto. Al contrario, una carenza di ferro non contribuisce a problemi cardiovascolari, ma la condizione medica risultante dell'anemia sideropenica anche provoca sintomi.

Danni da ferro

Il corpo funziona attraverso una serie di reazioni biochimiche continue. Molte di queste reazioni richiedono ossigeno. Alcune delle reazioni che coinvolgono ossigeno producono un sottoprodotto chiamato un radicale libero, chiamato anche una specie reattive dell'ossigeno o ROS. La presenza di molecole ROS causa lo sforzo ossidativo nel vostro corpo, che promuove l'infiammazione e provoca danni cellulari. La ricerca pubblicata negli Stati "BMC Genomics medica" che libera molecole di ferro nel sangue può reagire con proteine e lipidi insaturi, un tipo di grasso e promuovere la produzione di specie reattive dell'ossigeno. In questo modo, troppo ferro nel vostro corpo contribuisce al processo di aterosclerosi.

Aterosclerosi

Stress ossidativo e dei radicali liberi possono danneggiare le cellule che allineano i vasi sanguigni, induzione dell'infiammazione. Le aree di danno ottenere l'accumulo di sostanze grasse, colesterolo, calcio e altri prodotti di scarto nel sangue. Come accumulo di queste sostanze, un processo noto come aterosclerosi, formano la placca. Placca provoca le pareti dei vasi sanguigni a diventare spessa e dura, che limita il flusso di sangue e può portare a malattia di cuore--la principale causa di morte negli Stati Uniti. Perché alti livelli di ferro nell'aumento sangue la quantità di danni e alti livelli di colesterolo aumentano il tasso di aterosclerosi, queste due condizioni dovrebbero essere evitate.

Colesterolo alto

Il colesterolo è un lipide, definito come una sostanza che non può mescolare con acqua o sangue, quanto sangue è costituita principalmente da acqua. Il tuo corpo ha bisogno di colesterolo per fornire la struttura delle membrane cellulari, promuovere la produzione di ormoni e vitamine e produrre gli acidi biliari sono necessari per la digestione dei grassi. Le cellule del fegato producono la maggior parte del colesterolo nel vostro corpo, ma il cibo che si mangia può aumentare i livelli di colesterolo. Per viaggiare attraverso il sangue, colesterolo necessario associare a proteine specializzate denominate lipoproteine. Lipoproteina a bassa densità, chiamata LDL, si lega al colesterolo nel fegato e lo trasporta attraverso i vasi di sangue alle cellule. Se il tuo sangue contiene troppo colesterolo, definito come un livello di colesterolo totale di 240 mg/dL o superiore, le cellule non possono utilizzare tutto e rimane nei vasi sanguigni. Questo permette più colesterolo di accumularsi in placca, contribuendo così all'aterosclerosi. I medici vi esorto a mantenere il livello di colesterolo totale a meno di 200 mg/dL e il colesterolo LDL a meno di 100 mg/dL.

Anemia sideropenica

Anche se troppo ferro nel sangue può causare danni ai vasi sanguigni, troppo poco ferro causa l'anemia sideropenica. Senza abbastanza ferro, il tuo corpo non può produrre emoglobina. Senza emoglobina, il numero dei globuli rossi diminuisce, causando una riduzione della quantità di ossigeno disponibile per le cellule. Anemia da carenza di ferro provoca affaticamento, debolezza, mancanza di respiro, vertigini e dolore toracico. Per evitare il ferro troppo o troppo poco, si dovrebbe mangiare una dieta sana contenente alimenti ricchi di ferro come il manzo magro o pollame, pesce, fagioli e lenticchie. Questo ti aiuterà a soddisfare l'assunzione giornaliera raccomandata di 8 mg al giorno per gli uomini e le donne postmenopausale e 18 mg al giorno per le donne premenopausa, impostato dall'Istituto di medicina.