Erbe per stabilizzare gli enzimi del fegato

October 17

Erbe per stabilizzare gli enzimi del fegato

Enzimi epatici possono essere rilevati solo da un esame del sangue e possono indicare una serie di disturbi, quali epatite, danni al fegato alcolici e danni da farmaci, inclusi farmaci di prescrizione. Nella maggior parte dei casi, medicina tradizionale tratterà la causa, ma può fare ben poco per i danni, che potrebbe sfociare in enzimi elevati del fegato. Molti praticanti naturali hanno trovato che una serie di erbe contribuire a stabilizzare gli enzimi del fegato. Come con qualsiasi integratore, parlare con un operatore sanitario professionale sulla tua condizione e farmaci che sta assumendo prima di usare le erbe per stabilizzare gli enzimi del fegato.

Cardo Mariano

Cardo Mariano, una pianta infestante comune, è il n ° 1 consigliato integratore naturale per aiutare nei danni al fegato. Si è pensato per trattare una varietà di condizioni del fegato, tra cui epatite, cirrosi e avvelenamento del fegato. Esso inoltre può avere alcuni effetti positivi sul sistema digestivo e pelle pure. Secondo Memorial Sloan-Kettering Cancer Center, funziona stabilizzando le cellule di fegato e prevenire ulteriore tossicità, che può permettere al fegato di guarire e i livelli degli enzimi per tornare alla normalità. Quando prendendo cardo mariano integratori, è importante sapere che la maggior parte delle tinture sono realizzate con alcool e che un supplemento di compressa o capsula dovrebbe essere preso invece. Cardo selvatico di latte può anche ridurre l'efficacia della pillola anticoncezionale. Discutere prendendo latte cardo selvatico con il medico per determinare se sarebbe vantaggioso per voi.

Curcuma

Curcuma è più comunemente noto come una spezia che viene sostituita in alcuni piatti per zafferano dovuto il relativo colore giallo. È un trattamento antinfiammatorio comune in India, pensato per la lotta contro l'infezione virale, il cancro e l'artrite causa sua attività antiossidante. Può aiutare a invertire i danni al fegato causati da uso di alcol e l'esposizione alle tossine ambientali. Può anche aiutare a trattare e invertire i sintomi di epatite e ripristinare la produzione di enzimi epatici a livelli normali. Non è consigliabile per coloro con calcoli biliari o in quelli con disordini della coagulazione del sangue. Esso deve essere utilizzato solo sotto la consulenza di un medico in caso di tossicità severa del fegato e non deve essere utilizzato per lunghi periodi di tempo nei livelli di supplemento.

Schisandra

Schisandra, chiamato anche vite magnolia o wu-wie-zi nella medicina cinese, è riconosciuto come un adattogeno, un'erba che ripristina il funzionamento a livelli normali. Può essere utile nella cirrosi del fegato e l'epatite aumentando la produzione di glutatione all'interno del fegato, che aiuterà offset danni al fegato e ripristinare il funzionamento. Inoltre può ridurre la produzione di prodotti chimici infiammatori all'interno del fegato e aiutare la rigenerazione del tessuto.

Crespino

Originaria dell'Europa, la pianta di Crespino ora cresce spontaneamente in Europa e Nord America. È meglio conosciuto per la sua capacità di combattere le infezioni batteriche ma può avere anche altri usi per il fegato. Contiene berbamine, un alcaloide che può essere utile nel trattamento di alcuni tipi di epatite e di altre infezioni e stimolante immunitario sistema protezione. Si è creduto di avere alcune capacità di ristoratore del fegato, che può contribuire a stabilizzare la produzione di enzimi del fegato. Dovrebbe essere evitato da chi ha i calcoli biliari e solo usato con cautela nei soggetti con diabete, come si può aumentare la produzione di bile e abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Uomini che usano Crespino dovrebbero anche essere consapevoli che possono interferire con la produzione di sperma e non deve essere utilizzato da donne che sono incinte o che allattano.