Hummus & Salmonella

October 23

Hummus & Salmonella

Hummus è un sano tuffo che di solito è fatto con ceci, pasta di limone, aglio e un seme di sesamo tahini chiamato. È una buona fonte di fibra solubile e il grasso che contiene è sano grasso insaturo, piuttosto che il grasso saturo trovato in molti DIP. Come con un numero di altri alimenti, ci sono stati alcuni casi della salmonella di malattie di origine alimentare legata al consumo di hummus salse contenenti salsa tahin.

Salmonella

La Salmonella è una delle malattie di origine alimentare più comunemente segnalate, secondo il U.S. Dipartimento di agricoltura Food Safety and Inspection Service. La maggior parte delle persone guarisce entro una settimana senza trattamento. Tuttavia, alcune persone con sistema immunitario indebolito e diarrea molto grave bisogno di cure mediche o salmonella può essere life-threatening.

Hummus e Salmonella

Negli Stati Uniti, un grande scoppio di salmonelle che coinvolgono 802 persone si è verificato nel 2007 quando tahin contaminati da salmonella è stata utilizzata in hummus, e altre epidemie causate dal consumo di hummus che coinvolgono 700 persone si è verificato nel 2008. Salmonella può sopravvivere anche nelle varietà acide di hummus, secondo uno studio presentato nel 2008 all'Assemblea annuale dell'Istituto di tecnologi alimentari.

Sintomi di Salmonella

Se si sono infettati con batteri della salmonella, i sintomi di solito iniziano tra otto ore e 72 ore dopo aver mangiato cibo contaminato. Questi sintomi includono crampi addominali, diarrea, nausea, brividi, vomito e febbre. Alcune persone sviluppano una condizione chiamata sindrome di Reiter, che causa l'artrite, minzione dolorosa e irritazione agli occhi, ma questa condizione è rara.

Considerazioni

Salmonella da hummus non è affatto comune. Tuttavia, persone con sistema immunitario indebolito, bambini, anziani e donne incinte sono all'elevato rischio per lo sviluppo di infezioni da salmonella. Tu sei più probabilità di essere infettati con salmonella in estate che in inverno. Praticando alimenti sicuri, disbrigo pratiche come lavarsi le mani spesso, mantenere cibi freddi cibi caldi e freddi calde e prevenire la contaminazione incrociata può limitare il rischio per la salmonellosi.