Teoria di Chomsky sullo sviluppo del linguaggio dei bambini

December 17

Teoria di Chomsky sullo sviluppo del linguaggio dei bambini

Sono i bambini nati con una sintassi di linguaggio universale codificata, così dire, nel loro DNA — modo che imparare a parlare e scrivere è solo una questione di montaggio i particolari della loro lingua in questo modello? O, è acquisizione linguistica un più complesso e sottile processo di apprendimento e di pensiero? Queste sono state le polarità di una feroce polemica linguistica partì un mezzo secolo fa dalla pubblicazione di "Strutture sintattiche" di Noam Chomsky. Quel dibattito ancora infuria su oggi.

Eredità biologica della sintassi

Linguista Noam Chomsky ha sfidato vecchie idee sull'acquisizione del linguaggio nel suo primo libro, "Strutture sintattiche", pubblicato nel 1957. Egli respinge la nozione che tutte le lingue devono essere appresa da capo di ogni bambino. Invece, dice Chomsky, bambini normali ovunque sono nato con una sorta di hard-wired sintassi che consente loro di cogliere i meccanismi di base della lingua. Il bambino sceglie quindi il particolare grammatica e la lingua dell'ambiente tra le opzioni disponibili nel cervello.

Così, la capacità di linguaggio è un'eredità biologica e lingue specifiche sono poi attivati in gran parte attraverso l'interazione del bambino con l'ambiente nativo. È come se il cervello del bambino è un lettore di CD già impostato per "giocare" lingua; Quando si inserisce il CD per una determinata lingua, che è che il linguaggio il bambino impara.

"Governo-associazione" teoria

Chomsky avanzato la sua teoria di "governo-associazione" in un libro del 1981, in cui dice che nativo della conoscenza della sintassi di un bambino è costituito da un gruppo di principi linguistici che definiscono la forma di qualsiasi lingua. Questi principi sono collegati con i parametri, o "passa", innescato da ambiente di lingua del bambino.

Chomsky enfatizza l'importanza del patrimonio genetico del bambino stampato della sintassi. Per Chomsky, la "crescita" della lingua è analoga alla crescita degli organi interni e braccia e gambe..--determinata da meccanismi interni, ma nutrita dall'ambiente - sia verbale o nutrizionali.

Chomsky vede lo sviluppo del linguaggio nel bambino come un aspetto separato della conoscenza, oltre al resto della cognizione, o funzionamento mentale.

Linguistica come psicologia

Chomsky dice sapendo è sinonimo con la capacità di produrre un numero infinito di frasi mai precedentemente parlato un linguaggio, e per comprendere frasi mai prima sentito. Questa capacità è ciò che Chomsky chiama il "aspetto creativo" della lingua.

Comprendere i meccanismi del linguaggio delucida i modelli del pensiero umano e luoghi linguistica nell'ambito della psicologia. Prova che i bambini nascono con una comprensione della sintassi è la facilità e la facilità con cui imparano la lingua, secondo Chomsky.

Teoria di Chomsky ha sfidato

Concetto di Chomsky si scontra direttamente con che di comportamentista B. F. Skinner, che sposato l'idea che la lingua è un risultato diretto di condizionamento e con lo psicologo Jean Piaget, hanno visto aquisizione di lingua come parte dello sviluppo nel complesso cognitivo nei bambini.

La sua teoria che i bambini utilizzino un innato "language acquisition device" per selezionare una grammatica da una gamma limitata di opzioni è rientrato in fuoco. Idea di Chomsky di una "grammatica generativa" presuppone che il cervello opera in modo binario, come un computer. I critici dicono che questo è in conflitto con antropologia evolutiva che viste aquisizione di lingua come un adattamento graduale del cervello e corde vocali..--non uno spettro di scelte binarie.

Cognizione vs eredità

Negli anni 50 dal momento che la teoria di Chomsky è stato proposto, primo dibattito sulle origini della lingua si è spostata lontano da un'enfasi sulle capacità innata e verso una maggiore consapevolezza del ruolo dell'apprendimento. Acquisizione del linguaggio è ora percepito come un processo più complesso di scelte binarie, in quanto questo processo richiede più cognizione, o pensiero.