Effetti collaterali negativi dell'uso di Marijuana

March 11

Effetti collaterali negativi dell'uso di Marijuana

Marijuana è visto da alcune persone come un farmaco innocuo. Anche se si può portare a sensazioni piacevoli e possono avere benefici medicinali, può anche avere effetti collaterali negativi come ad esempio interferendo con il pensiero e la percezione. Uso di marijuana può anche causare gravi problemi di salute. Il danno che causa può diventare intenso nel corso del tempo, portando a problemi personali e sociali per l'utente.

Effetti a breve termine

Problemi di memoria, difficoltà di apprendimento, problemi con la risoluzione dei problemi e la perdita di attività muscolare sono tra gli effetti negativi dell'uso a breve termine della marijuana, secondo la Partnership per un Drug-Free America (PDFA). Altri risultati gravi includono aumento della frequenza cardiaca e l'ansia. Fumatori di marijuana affrontano gli stessi problemi come i fumatori di tabacco, tra cui tosse e difficoltà di respirazione.

Rischi di cancro

I fumatori stessi rischi del volto di tabacco possono anche minacciare di marijuana per un lungo periodo di tempo. Ci sono sostanze chimiche che causano il cancro nella marijuana che possa essere in concentrazioni più elevate di tabacco, la PDFA dice, aggiungendo che fumare cinque articolazioni una settimana è l'equivalente di fumare un pacchetto di sigarette al giorno. Fumare marijuana, come fumo di tabacco, può causare malattie polmonari, secondo salute Information Center la nazionale femminile. Uso di marijuana può ridurre la capacità del sistema immunitario di combattere le malattie.

Cambiamenti del cervello

THC, il principio attivo della marijuana, è trasportato dal flusso sanguigno al cervello e altri organi del corpo, secondo il National Institute on Drug Abuse (NIDA). Essa provoca sostanze chimiche nel cervello per realizzare gli effetti piacevoli della marijuana. Ma aree del cervello che controllano i pensieri, concentrazione, percezione sensoriale e la coordinazione sono anche colpiti. Quando queste aree sono disturbate può alterare coordinamento e le capacità mentali. I problemi possono continuare per giorni o settimane dopo gli effetti di droga svanire, il NIDA dice. Uso a lungo termine di marijuana può avere lo stesso effetto sul cervello come altri farmaci, causando una perdita di motivazione e problemi comportamentali.

Capacità coinvolgente

A lungo termine di marijuana può sviluppare una dipendenza sul farmaco che interferisce con la vita familiare, la carriera, la scuola e funzionamento sociale, dice il NIDA. La dipendenza da marijuana è evidente da un utente di marijuana si verifica durante la chiusura i sintomi di astinenza. I sintomi includono irritabilità, ansia, insonnia e desiderio per la droga. I sintomi possono continuare per giorni, ma scompaiono in una o due settimane dopo la cessazione da marijuana.

Salute mentale

Ansia, attacchi di panico e paranoia possono derivare da uso di marijuana a breve termine, secondo il NIDA. Uso di marijuana cronica può aumentare i rischi per la malattia mentale. Uso a lungo termine può condurre alla schizofrenia, depressione e disturbo d'ansia, dice il NIDA. Non è del tutto chiaro se la marijuana provoca questi disturbi, li aggrava o viene utilizzato per auto-medicare i problemi esistenti in diversi casi.