Miele di Manuka & IBS

April 26

Miele di Manuka & IBS

Sindrome dell'intestino irritabile, o IBS, è una condizione difficile da trattare, e risoluzione a lungo termine non è garantita. Un paziente deve tollerare periodi di ricaduta e di disagio, che può compromettere seriamente la qualità della vita. I benefici del miele di manuka come un possibile trattamento, mentre dimostrato di essere efficace nella guarigione delle ferite e la lotta contro i batteri, non è ancora stato studiato in sperimentazioni cliniche. Risultati per condizioni simili, tuttavia, sono incoraggianti.

Segni e sintomi IBS

C'è una causa specifica clinica di IBS. I segni e sintomi di dolore, diarrea o stitichezza e gonfiore sembrano rispondere ai cambiamenti nella dieta, come dimostrato negli studi clinici, e alcuni farmaci sembrano dare qualche sollievo. IBS può svilupparsi in reazione ad un numero di fattori di stress quali la depressione, ormone disfunzionale di rilevamento e infezione batterica e può essere una condizione debilitante e angosciante per i pazienti.

Trattamenti correnti di IBS

Tradizionali trattamenti clinici hanno incluso farmaco, ipnoterapia, terapia cognitivo-comportamentale o CBT e Antidepressive, e mentre la qualità della vita ha dimostrato di migliorare, i sintomi di IBS non sembrano essere diminuiti o eliminati. Pazienti possono ricaduta dopo periodi di benessere, e anche se la condizione può essere gestita, ancora continua ad essere intrattabile su base permanente.

Miele di Manuka

Miele di Manuka è fatta da manuka, o tea tree, indigeni in Nuova Zelanda. È più scuro e più robusta di altri tipi di miele floreale, che potrebbe contribuire ai segni ed ai sintomi di IBS, e la sua qualità antibatteriche può essere misurata su una scala standard di settore conosciuto come il fattore unico di Manuka o UMF, sviluppato da una partnership commerciale tra TradeNZ e l'Istituto di miele presso l'Università di Waikato. Un livello di 10 è il più basso a cui può essere considerato per essere "attivi" in termini di antibatterici, con il più alto livello attualmente alle 16, ed è disponibile come forma irradiata per essere utilizzato come un miele di grado medicale.

Miele di Manuka e IBS

Professor Peter Molan del Università di Waikato ha condotto una ricerca sul miele di manuka per oltre 20 anni, con prove iniziali, mostrando un effetto benefico del miele di manuka su alcune condizioni gastrointestinali, nonché di essere altamente efficace nel trattamento di piaghe, ulcere e ferite. A partire da giugno 2011, secondo Molan, nessun test clinico ancora effettuato sull'efficacia del miele di manuka su IBS. Tuttavia, egli è incoraggiato dai risultati positivi finora sulle sue proprietà anti-infiammatorie come pure su colite ulcerosa indotta negli animali.