Che cosa è la dislessia uditiva?

March 28

Che cosa è la dislessia uditiva?

Gli scienziati hanno pensavano una volta che la dislessia è stata principalmente una minorazione visiva. Una nozione comunemente tenuta, per esempio, era che la dislessia si basava principalmente sull'inversione visual di lettere durante la lettura. Al giorno d'oggi, sappiamo meglio. Ci sono molti sottotipi di dislessia, e anche se ci sono prove che alcuni pazienti dislessici soffrono di difficoltà di elaborazione delle informazioni visive, difficoltà di elaborazione uditiva sono molto più comuni.

Identificazione

The International Dyslexia Association definisce la dislessia come una disabilità di apprendimento basati sul linguaggio che ha origini neurologiche. Persone dislessiche hanno difficoltà comprensione parole, frasi o paragrafi. Questi problemi nella lingua non sono causati da difficoltà di udito, o visione. Il IQ del paziente deve essere all'interno di gamma normale, e deve avere ricevuto adeguate opportunità educative. Dislessici differenti hanno differenti sintomi. I pazienti affetti da dislessia uditiva hanno difficoltà nell'elaborazione uditiva del linguaggio. Questi potrebbero includere, ad esempio, difficoltà a ricordare i suoni che rappresentano singole lettere, difficoltà con l'elaborazione rapida evoluzione suoni o problemi con blending singole parole in suoni.

Teorie

Ci sono numerose teorie di dislessia. L'ipotesi evolutiva afferma che la lettura è fondamentalmente innaturale per l'uomo, e dal punto di vista evolutivo, gli esseri umani sono stati impegnati con la lettura per un breve periodo di tempo. La teoria di deficit fonologico afferma che le persone con dislessia hanno un danno specifico nella elaborazione suoni vocali. Per un bambino ad imparare a leggere, ha bisogno di imparare che c'è una connessione tra un certi suoni e lettere. La teoria di rapida elaborazione uditiva è un'alternativa alla teoria del deficit fonologico, che specifica che il disavanzo primario si trova nella percezione di suoni brevi o rapidamente variabile. La teoria visiva suggerisce che il danno visivo provoca difficoltà di lettura in soggetti dislessici. La teoria cerebellare afferma che disfunzioni nel cervelletto dei dislessici causano problemi di lettura. La teoria magnocellular postula che la disfunzione magnocellular non è limitata alle vie visive ma è generalizzata a tutte le modalità.

Funzioni e struttura del cervello

La dislessia è un disturbo neurologico. Così, un individuo nasce con tendenze dislessiche e sua struttura del cervello e le funzioni sono diverse dalla nascita. Grazie a metodi quali la risonanza magnetica, MRI funzionale e tomografia a emissione di positroni, c'è una notevole quantità di informazioni sulle aree e funzioni del cervello che non sono normali nei pazienti affetti da dislessia. Nella maggior parte delle persone, l'emisfero sinistro è coinvolto nell'elaborazione di lingua. Alcune parti di questa zona, come il gyrus frontale inferiore, il lobo parietale e la corteccia temporale centrale e ventrale, mostrano le anomalie nei pazienti dislessici. Nelle persone sane, la lettura è quasi un processo automatico che richiede l'attivazione poco nelle zone frontali del cervello. Nei dislessici, le aree frontali sono molto più attive durante il processo di lettura, segnalazione che la lettura richiede più attenzione e attenzione da loro.

Diagnosi

In genere, la dislessia non viene diagnosticata fino a quando i pazienti sono scolare. Idealmente, gli esperti di vari settori dovrebbero unirsi a loro conoscenza circa un paziente prima di dare una diagnosi di dislessia uditiva. In primo luogo, un medico dovrebbe escludere altre condizioni che potrebbero spiegare i problemi relativi alla lingua. Quindi, un paziente è in genere visto da uno specialista psico-educativa, che impiega una batteria di strumenti di valutazione per indagare le capacità cognitive del paziente. Se si sospetta dislessia uditiva, pazienti dovrebbero essere visto anche da audiologo.

Considerazioni

Numerosi altri problemi potrebbero causare difficoltà nell'imparare a leggere o ascoltare correttamente. Tali problemi potrebbero essere a causa di disordine di iperattività di deficit di attenzione o minore ritardo mentale, ed è possibile che questi problemi sono mal diagnosticati come dislessia uditiva. Ecco perché l'intensa collaborazione tra esperti di diversi campi, quali la psicologia, logopedia e audiologia, è così cruciale nella diagnosi di dislessia.