Quali sono i trattamenti per le infezioni del sangue?

January 9

Quali sono i trattamenti per le infezioni del sangue?

Infiltrazione del sangue da microrganismi è comune e può accadere come una fase di lieve, asintomatica e transitoria nel corso naturale di alcune infezioni. Tuttavia, un'invasione travolgente e severa del sangue da batteri, virus o funghi, noti come setticemia, può verificarsi soprattutto in soggetti con immunità indebolita. Tasso di mortalità può essere alto come 80 per cento in questi casi. Il paziente è solitamente ammesso all'unità di cure intensive di un ospedale, e il piano di trattamento dipende dalla gravità della condizione.

Ossigeno terapia

L'ossigenoterapia è spesso somministrato a pazienti di setticemia che soffrono di mancanza di respiro e disorientamento. Esso prevede la somministrazione di ossigeno in concentrazioni superiori che nell'ambiente di camera. Una maschera facciale semplice o una cannula nasale può essere utilizzata per lo scopo.

Fluidi per via endovenosa

Questi pazienti richiedono spesso fluidi per via endovenosa, ad esempio soluzione fisiologica. Questi fluidi possono contribuire a trattare la pressione sanguigna bassa, che è un altro sintomo della setticemia. Non trattata, che la pressione sanguigna bassa può portare a una grave condizione chiamata shock settico.

Regolazione della temperatura corporea

Un individuo con un'infezione del sangue può o non può avere la febbre. Infatti, l'ipotermia, o una temperatura che è inferiore al normale, è comune fra i pazienti con infezioni del sangue. Se è presente la febbre, tuttavia, antipiretici come il paracetamolo e l'ibuprofene sono dato oralmente o per via endovenosa, a seconda delle condizioni del paziente. Se il paziente ha l'ipotermia, mantenendo il paziente caldo ed evitare ulteriori perdite di calore del corpo sono importanti. Ipotermia severa è rara ma può essere trattata con la somministrazione di soluzioni IV riscaldate a 45° C.

Antibiotici, antimicotici e antivirali

Se batteri--al contrario di virus o funghi..--stanno causando l'infezione, i pazienti ricevono spesso alte dosi di antibiotici ad ampio spettro, come aminoglicosidi, cefalosporine, chinoloni o anche alcune penicilline sintetiche. Questi antibiotici sono dati per via endovenosa e hanno la capacità di agire contro diversi tipi di batteri e quindi, sono preferiti nelle fasi iniziali del trattamento, quando il tipo esatto di batteri è sconosciuto. Una volta che la coltura di anima e altri risultati di test di laboratorio sono disponibili e l'esatto organismo causativo è stato identificato, pazienti possono quindi ricevere un stretto-spettro antibiotico specifico microrganismo di targeting. Ad esempio, la penicillina G è efficace contro lo stafilococco aureo e altri batteri Gram-positivi e i macrolidi sono efficaci contro le infezioni streptococciche e pneumococcal di A gruppo e MRSA.

Le infezioni fungine del sangue sono più comunemente causate da specie di Candida e possono essere trattate con antimicotici come amfotericina B e flucanozole.

Le infezioni virali possono essere trattate con farmaci antivirali, quali ganciclovir e ribavarin.

Chirurgia e altre procedure Invasive

Setticemia può anche portare ad altre complicazioni, che possono richiedere trattamenti aggiuntivi. Se l'infezione passa nell'addome, il paziente può ricevere un intervento chirurgico o drenaggio dell'infezione dai tubi. Pazienti che sviluppano grumi e altre anomalie del sangue possono ricevere altri integratori di sangue e del plasma. Setticemia può anche portare a endocardite, un'infezione del cuore, che può essere trattata con antibiotici, ma che possono richiedere intervento chirurgico, soprattutto se le valvole del cuore danneggiate.