Quali muscoli nel vostro corpo sono interessati in primo luogo dall'alcol?

November 26

Quali muscoli nel vostro corpo sono interessati in primo luogo dall'alcol?

Alcol colpisce tutto il corpo in modi diversi. A volte, può avere un effetto su alcune parti del tuo corpo senza neanche rendersene conto---effetti che possono minacciare la salute e la sicurezza.

Occhi

Alcol colpisce i muscoli all'interno gli occhi nelle prime ore di bere, che possono provocare offuscata o visione doppia o vertigini, secondo l'Università di Notre Dame. Questo è in aggiunta il effetto diretto dell'alcol sul sistema nervoso centrale e come le informazioni vengono elaborate dal cervello.

Mani

I muscoli nelle vostre mani sono anche tra i muscoli primi di essere colpito dall'alcool, come si è visto con instabilità o tremori, secondo l'Università di Notre Dame.

Alcol diminuisce notevolmente la coordinazione occhio-mano e le capacità motorie, che conduce a un complessivo goffaggine e discontinuo che possa influenzare il modo in cui siete in grado di completare alcuni compiti semplici, tutti i giorni, ad esempio raccogliendo qualcosa o legare le scarpe.

Gambe e cuore

Le gambe sono una delle parti più evidente del tuo corpo che risentono immediatamente il consumo di alcol. L'alcool causa i muscoli nelle gambe di indebolire in modo significativo, portando a una perdita di equilibrio e coordinazione e causando a inciampare e hanno grande difficoltà a camminare in linea retta, secondo l'Università di Notre Dame.

La perdita del controllo muscolare nelle gambe quando si beve è uno degli effetti più facilmente notevoli dell'alcool sui muscoli nel vostro corpo. Tuttavia, ci sono molti altri muscoli nel vostro corpo colpito dall'alcool che non sono, come evidente. Questo include i muscoli del cuore, e secondo l'Università di Notre Dame, bere eccessivo prolungata può danneggiare gravemente loro, a volte causando aritmia. Inoltre, l'indebolimento e la disidratazione dei vostri muscoli dal consumo di alcol è anche la principale causa di dolore e rigidità sperimentato durante i postumi della sbornia, in secondo Dr. Michaele P. Dunlap di University of Oregon.