Dieta da fame

December 17

Dieta da fame

Per perdere peso, siamo incoraggiati a mangiare di meno. Ma che dire quando questo è portato all'estremo? "Fame", o restrizione alimentare severa con livelli molto basso contenuto calorico, in realtà impedisce la perdita di peso. Anche se sembra contraddittorio, morendo di fame il corpo di cibo può rendere obiettivi peso più difficile da raggiungere.

Meno non è più

Non mangiare abbastanza può rallentare il metabolismo del corpo, rendendo più difficile perdere peso. Il corpo in grado di rilevare quando c'è stato un cambiamento nei livelli di caloria e reagisce di conseguenza. Con restrizione alimentare severa, il corpo comincia a risparmiare il carburante, il grasso immagazzinato. Il risultato è che si bruciano meno calorie e smettere di perdere peso. Quindi se si sta esercitando, lavorando o dormire, si bruciano meno calorie tutto il giorno. Mentre "fare la dieta" dovrebbe per significare la privazione e la fame, soggiornare nutriti in realtà conduce a più successo perdita di peso e la manutenzione.

Meccanismo protettivo del corpo

Questa risposta metabolica alla fame di seguito viene illustrato un meccanismo protettivo di sopravvivenza. Quando non si mangia, il corpo pensa che può essere entrando in un periodo di carestia. Chi sa quando potrebbe arrivare il prossimo cibo, così il corpo conserva sue calorie memorizzati per un utilizzo successivo. Questa protezione evolutiva dei nostri antenati rende inefficaci per la perdita di peso un modello alimentare "tutto o niente". Anche se sostenuta fame per un lungo periodo di tempo alla fine si tradurrà in perdita di peso, questo non è un piano di perdita di peso sano o realistico. Perdita di peso dalla fame possa causare danni permanenti al corpo e metabolismo.

Restrizione gocce serotonina

Oltre ad un calo nel metabolismo, una dieta da fame provoca anche una goccia in serotonina. Questo neurotrasmettitore crea la sensazione di calma, tranquilla e soddisfatta. Quando i livelli di serotonina troppo bassi, persone si sentono più agitato e irritabile. Quando si tenta di cambiare abitudini, questo stato di agitazione può rendere molto più difficile avere successo e rimanere motivati. Questo lascia più propensi a spendere qualche soldo in dolcetti extra e cadere i dieters "giù dal carro" del mangiar sano in cerca di qualche gioia e sollievo. Mangiare, soprattutto carboidrati, supporta un più consistente livello di serotonina e la forza emotiva di rimanere in pista.

Per perdere peso si deve mangiare

Mangiare per perdere peso? È un cambiamento nella percezione che deve andare con successo perdita di peso a lungo termine. Dr. Laura Pawlak ha valutato la scienza attuale di perdita di peso e conclude: "un corpo rilevante e crescente della ricerca suggerisce che l'approccio più efficace alla perdita di peso graduale e permanente è un piano alimentare con un sacco di cereali integrali, verdure, legumi, frutta e un apporto moderato di grassi buoni." Nel suo libro "Smettere di guadagnare peso,", Pawlak suggerisce mangiare mangiare cinque o sei volte al giorno con un sacco di cibi da piante e alta in proteina. Rimanere idratati con molta acqua e mangiare lentamente per lasciare che il tuo corpo realizzare che è completo prima che te ne sei andata in mare con porzioni extra.

Tutto In equilibrio

Per il medio dieter, periodi di fame si traduce in "yo-yo" cicli di dieta e un peso medio superiore come il passare degli anni. Pawlak "Esercizio viene combinato con un piano alimentare a basso contenuto di grassi, alto-fibra, generalmente più calorie vengono bruciate più rifornito," dice. Mantenere un equilibrio sano di mangiare meno calorie di quanto di solito combinato con l'esercizio regolare per vedere i risultati. Se hai fame, mangiare qualche cibo ricco di fibre, basso contenuto calorico che può mantenere il vostro metabolismo in esecuzione forte. Mai caduta, inferiore ai 1.000 calorie al giorno. Esercizio incrementerà il tuo metabolica brucia, aiutandoti a bruciare quei chili in più. Ma la fame non è mai la chiave ai cambiamenti di peso di successo a lungo termine.