Dopamina & deliri

October 17

Dopamina & deliri

Deliri sono false convinzioni che non hanno alcun fondamento nella realtà; gli individui aggrappati a queste credenze nonostante l'esistenza di prove del contrario. Deliri sono un sintomo di psicosi e si verificano in alcuni disturbi neurologici e psichiatrici. Alti livelli del neurotrasmettitore dopamina, come pure i livelli insufficienti di dopamina, sono caratteristici di alcuni disturbi. Il livello di dopamina nel cervello influenza l'esistenza di deliri.

Ipotesi della dopamina

L'ipotesi della dopamina indica che gli eccessivi livelli di dopamina sono associati con le caratteristiche psicotiche. È basata sul fatto che le droghe che aumentano i livelli di dopamina, quali anfetamine, causare psicosi. Inoltre, l'ipotesi della dopamina è supportata tramite l'inclusione di dopamina in farmaci anti-psicotici. Farmaci anti-psicotici bloccano i recettori della dopamina per evitare la sovrapproduzione. Di conseguenza, i sintomi di psicosi, come deliri e allucinazioni, sono ridotti.

Schizofrenia

La schizofrenia è un disturbo di salute mentale grave. Secondo l'Istituto nazionale per la salute mentale, schizofrenia colpisce circa l'1 per cento della popolazione degli Stati Uniti sopra l'età di 18 anni, in un dato anno. La caratteristica fondamentale della schizofrenia è una pausa dalla realtà, che si manifesta con deliri. Anche se non esiste una cura per la schizofrenia, ci sono una varietà di farmaci per trattare i sintomi e aiutare a ridurre i deliri. Olanzapina, quetiapina e risperidone sono tutti i farmaci anti-psicotici, usati per trattare la schizofrenia bloccando i recettori della serotonina e della dopamina.

Malattia di Parkinson

Malattia di Parkinson è una condizione neurologica caratterizzata da tremori e un danno significativo in movimento. Bassi livelli di dopamina sono un fattore che contribuisce allo sviluppo di questa malattia. Pertanto, il trattamento per questa malattia coinvolge i farmaci che aumentano i livelli di dopamina come levodopa. Tuttavia, deliri possono verificarsi come effetto collaterale di tali farmaci. In uno studio pubblicato nell'aprile 2007 il "Journal of Neurology", i ricercatori hanno trovato che deliri avevano più probabilità di verificarsi in pazienti di Parkinson che prendono levodopa che avevano un'età più giovane dell'inizio.

Disturbo delirante

Disturbo delirante comporta la presenza di uno o più deliri nonbizzare. "Il sistema diagnostico e manuale statistico dei disturbi mentali" descrive "nonbizzare deliri" come le credenze che sono immaginabili e coinvolgono situazioni che sono possibili in realtà come essere seguita o ingannati da una persona cara. In uno studio del 2002 pubblicato in "Neuropsychopharmacology", i ricercatori hanno trovato haloperidol, un farmaco anti-psicotico che contengono un alto livello di dopamina, era efficace nel trattamento di deliri associati con disturbo delirante. Deliri di persecuzione erano soprattutto sostenitori dell'ipotesi della dopamina.