Carenza di vitamina D possa causare il prurito persistente?

December 11

Carenza di vitamina D possa causare il prurito persistente?

Vitamina D, conosciuto come la vitamina del sole a causa della sua relazione alla luce diretta del sole, è una vitamina liposolubile, essenziale responsabile per una varietà di funzioni corporee. Scopo più popolare di vitamina D è per permettere al corpo di assorbire il calcio dell'osso-edificio. Si occupa anche di salute del sistema immunitario. A partire dal 2011, circa il 24 per cento degli americani hanno i livelli insufficienti di vitamina D, secondo il "Times Union" di Albany, New York e di conseguenza, sono al rischio aumentato per problemi che possono influenzare la salute della pelle.

Effetti collaterali di carenza

Un sacco di ricerca è stato fatto sulla vitamina D negli ultimi anni. L'ufficio di integratori alimentari segnala che ottenere adeguata di vitamina D attraverso sole, dieta o il completamento può prevenire una serie di gravi problemi di salute, da disordini dell'osso per le anomalie della tiroide, cancro, diabete e malattie cardiache. Per quanto riguarda il prurito della pelle, questo problema è più probabile causato prendendo troppa vitamina D, piuttosto che una carenza, secondo il centro medico dell'Università del Maryland. D'altra parte, malattie legate a carenza o i livelli insufficienti di vitamina, compreso il diabete di tipo 2, possono causare prurito.

Psoriasi

Nel 2011, i ricercatori dall'Università di Toronto, clinica di artrite psoriasica trovato che le persone con bassi livelli di vitamina D sono più probabili avere artrite psoriasica, che è una combinazione di psoriasi e artrite infiammatoria. Pazienti che vivono nei climi nordici che ottiene meno sole in realtà hanno una maggiore prevalenza della condizione. Condizioni che possono causare prurito della pelle, come la psoriasi, possono essere trattate o addirittura impedite con la vitamina D, secondo Consumer Reports. La psoriasi è un problema comune che induce le cellule di accumulare rapidamente sulla superficie della pelle. Caratteristiche di questa malattia sono patch itchy, asciutta e un aspetto scaglioso. Psoriasi sono cronica, ma se trattato correttamente, possono andare in remissione per lunghi periodi di tempo.

Diabete

Persone con bassi livelli di vitamina D sono a rischio di sviluppare diabete di tipo 2, riporta la University of Maryland Medical Center. Tra le persone con diabete, fino al 33 per cento hanno un disordine della pelle. In molti casi, secondo l'associazione americana del diabete, problemi della pelle sono un primo segno di diabete. I sintomi più comuni che colpiscono la pelle comprendono prurite e fungine e infezioni batteriche. Mentre il collegamento tra diabete e vitamina D è abbastanza ben definito, non esiste alcuna prova che l'assunzione di vitamina D a prevenire o contribuire a trattare la condizione. La University of Maryland Medical Center segnala, tuttavia, che dando neonati 2.000 IU della vitamina D al giorno nel loro primo anno può aiutare a proteggere contro lo sviluppo di diabete di tipo 2 più tardi nella vita.

Sole

Indossare la protezione solare aiuta a prevenire scottature e pelle melanomi. Allo stesso tempo, tuttavia, indossare una protezione solare SPF 15 può ridurre la capacità della pelle di produrre vitamina D del 99 percento, secondo Michael Holick, pH.d., direttore della clinica di cura della salute dell'osso e l'elioterapia, luce e Skin Research Center presso la Boston University Medical Center. Se sei carente di vitamina D, potrebbe sono stati incaricati di andare fuori al sole per circa 15 minuti, tre giorni alla settimana. Affatto più lungamente, e siete a rischio di scottature, che possono causare prurito. Holick suggerisce sempre indossando la protezione solare sul viso poiché è solo il 9 per cento della superficie del corpo e non produce una quantità significativa di vitamina d. Inoltre, evitare l'esposizione del sole durante le ore diurne di picco, quando i raggi UV sono più intensi e più probabilità di causare scottature.