Quali sono i trattamenti per la neuropatia ottica ischemica?

May 25

Neuropatia ottica ischemica è una condizione che può portare al nervo ottico non riceve abbastanza ossigeno, che potrebbe provocare la perdita di visione. Questo può derivare da ipertensione o diabete mellito o da infiammazione di un'arteria in faccia. Può anche accadere quando le persone sono gravemente anemici e avere pressione sanguigna molto bassa. I trattamenti disponibili includono farmaci anti-infiammatori e la prevenzione di pressione sanguigna molto bassa.

Trattamento di neuropatia ottica ischemica anteriore

Nella parte posteriore dell'occhio, c'è una zona chiamata disco ottico attraverso il quale passa un nervo ottico. Persone sviluppare neuropatia ottica ischemica anteriore, un disturbo del nervo ottico, se il disco ottico non riceve abbastanza sangue. Ci sono due tipi di questo disturbo: arteritica e non arteritica. In entrambi i tipi, solo un occhio è interessato.

Neuropatia ottica ischemica non-arteritica, NAION, è il tipo più comune. I medici non sanno che cosa provoca NAION ma pensano che l'ipertensione e il diabete sono fattori di rischio. Nessun trattamento è disponibile per NAION, secondo James Garrity, M.D., professore di Oftalmologia presso la clinica di Mayo in "The Merck Manuale per operatori sanitari," ma i medici consigliano ai pazienti di controllare i loro ipertensione e diabete.

Neuropatia ottica ischemica arteritic o AION caratterizza l'infiammazione dell'arteria. I medici verranno darà pazienti prednisone, un farmaco antinfiammatorio, prima di confermare la diagnosi, perché l'infiammazione può rapidamente diffondersi e causare la perdita di visione in altro occhio.

Trattamento di neuropatia ottica ischemica posteriore

Neuropatia ottica ischemica posteriore inoltre provoca perdita della vista, ma non così spesso come neuropatia ottica ischemica anteriore, scrive Jonathan Horton, M.D., pH.d., professore di neurologia-Oftalmologia presso l'Università di California in "Principi di Harrison di medicina interna". Persone in grado di sviluppare questo disturbo se sono gravemente anemici e hanno bassa pressione sanguigna, che può accadere dal trauma, dialisi renale, intestinale sanguinamento o dalla perdita di un sacco di sangue durante l'intervento chirurgico. In realtà, il posteriore la neuropatia ottica ischemica è la causa più comune di perdita di visione improvvisa che accade dopo la chirurgia, scrive Wayne Kleinman, M.D., direttore di anestesia ostetrica a Encino-Tarzana Regional Medical Center in "Anestesiologia clinica." Molte persone che sviluppano questa condizione dopo l'intervento chirurgico hanno anche ipertensione, malattia coronarica, diabete o fumo di sigarette. Dr. Horton scrive che alcune persone possono essere trattati se hanno un'immediata trasfusione di sangue per aumentare la loro pressione sanguigna.

Prevenzione

In "Anestesiologia clinica," Dr. Kleinman scrive che tentando di impedire la neuropatia ottica ischemica posteriore che potrebbe svilupparsi dopo chirurgia sarebbe difficile per coloro che hanno anomalie nei loro vasi sanguigni e sono in sala operatoria per lungo tempo. Egli raccomanda di monitorare attentamente la pressione sanguigna e limitare quanto tempo il paziente ha pressione sanguigna bassa, anche come bassa la pressione sanguigna è consentita eliminare. Dr. Kleinman suggerisce anche dando le trasfusioni ai pazienti che sono anemica, avendo loro testa inclinata verso l'alto sul funzionamento tabella per aumentare il flusso di sangue nelle vene e limitando le operazioni lunghe per le persone che sono considerate un rischio elevato di avere messo in scena, o separano, le operazioni.