Trattamento chiropratico per malattia degenerante del disco cervicale

January 6

Trattamento chiropratico per malattia degenerante del disco cervicale

Chiropratici utilizzano manipolazione spinale o regolazione per trattare collo e mal di schiena. Il fondamento della chiropratica è per restituire articolazioni del corpo alla normalità, in modo che possono muoversi correttamente. Buon movimento articolare vertebrale è cruciale per la salute di buon disco che favorisce il flusso di sangue e fluido di scambio nell'area del disco, e anche è importante per alleviare il dolore e squilibrio muscolare per evitare la degenerazione del disco anormalmente rapida. Inoltre, movimento vertebrale riduce la formazione di tessuto cicatriziale che può portare alla degenerazione e rigidità.

Patologia degenerativa del disco

Gli scienziati sono incerti perché malattia degenerante del disco si verifica. La ricerca ha dimostrato che ci può essere un fattore genetico o autoimmune legato alla malattia e circostanza ambientale anche può contribuire allo sviluppo della malattia. Fumatori e ripetitive attività anche può contribuire, secondo Centra Care Health Library. Patologia degenerativa del disco alla fine può indebolire il disco, che porta a disco sporgenti e infine, ernia del disco. Secondo la clinica di Mayfield, il disco sporgente può spingere fuori e infranga i nervi spinali adiacenti o il midollo spinale, causando dolore e una miriade di altri sintomi.

Scopo di manipolazione

Secondo il sito salute della colonna vertebrale, manipolazione chiropratica comporta diverse tecniche. Principalmente, spinte brevi ad alta velocità vengono applicate alle vertebre causando un rilascio di gas tra le articolazioni, chiamato cavitazione congiunta udibile. Il paziente si sente solitamente un immediato senso di sollievo. Se qualsiasi muscolo comincia a spasmo il chiropratico potrebbe applicare ghiaccio, massaggi o stimolazione elettrica. Il risultato finale è che c'è una gamma di aumento di movimento, tensione muscolare ridotto e dolore simultaneo e duratura. Inoltre, aumenta il flusso sanguigno e pressione del sangue scende e una miriade di benefici cambiamenti chimici che si verificano nel flusso sanguigno.

Manipolazione in anestesia

In determinate condizioni come il dolore estremo, manipolazione in anestesia possa essere offerti, secondo salute della colonna vertebrale. In un centro di ospedale o ambulatorio, il paziente può essere messo sotto anestesia generale, sedazione o anestesia locale dei tessuti coinvolti. La colonna vertebrale viene quindi manipolata, e insieme con allungamento passivo e altre manovre, aderenze fibrose e tessuto cicatriziale sono rotti da intorno alla colonna spinale.

Candidati per MUA

Spine-Health suggerisce che il tessuto cicatriziale e aderenze forma dopo la ferita al collo e sulla schiena. Questo produce quindi dolore e altri sintomi. La questione dell'adesione e cicatrici non è indirizzata, tuttavia, quando un paziente viene sottoposto a chirurgia del disco, motivo per cui alcuni pazienti, infine, sentono il dolore come tempo va avanti dopo la chirurgia. Solitamente i pazienti che sono selezionati per la manipolazione in anestesia hanno provato la terapia conservatrice per sei-otto settimane. Se il miglioramento non è soddisfacente, può essere provato manipolazione in anestesia. In primo luogo, diagnostica test come l'esplorazione di CT e di MRI dovrebbe essere usato per sostenere l'esigenza di questo trattamento.

Rischi e controindicazioni

Qualsiasi paziente che può reagire negativamente all'anestesia non può utilizzare la manipolazione in anestesia. Inoltre, alcune patologie della colonna vertebrale come indebolimento delle ossa possono non prestarsi alle tecniche di manipolazione sicura, secondo la salute della colonna vertebrale. Altre controindicazioni sono malignità delle vertebre, tubercolosi vertebrale, fratture vertebrali, artrite acuta, gotta acuta, neuropatia diabetica, infezioni batteriche delle vertebre, tumore spinale e osteoporosi avanzata.