Pressione sanguigna abbassare la probabilità di rimanere incinta?

March 26

Pressione sanguigna abbassare la probabilità di rimanere incinta?

Panoramica

Alta pressione sanguigna o ipertensione, è una condizione di salute cronica che può portare a molte complicazioni mediche, ma avere alta pressione sanguigna non direttamente rende più difficile rimanere incinta. Ipertensione stessa non pregiudica la fornitura di una donna di uova, la sua abilità ad ovulare o la salute dei suoi ovociti ed embrioni. Anche se c'è qualche suggerimento nella letteratura scientifica che la pressione sanguigna alta potrebbe influenzare il rivestimento dell'utero, che potrebbe interferire con l'impianto sano di un embrione, questo problema è principalmente teorico. Una diagnosi di ipertensione arteriosa, tuttavia, è ancora significativa per una donna che vuole concepire, per una serie di motivi.

Condizioni associate

La maggior parte delle donne dell'età riproduttiva che hanno ipertensione hanno anche una o più condizioni associate che hanno un effetto negativo sulla fertilità. Esempi comuni sono l'obesità, fumare e da oltre 40 anni di età. Ciascuna di queste circostanze è fortemente associato con un rischio aumentato per ipertensione come pure ha ridotto la fertilità. Sindrome dell'ovaio policistico o PCOS, è un'altra condizione spesso correlata a obesità e infertilità, come pure la pressione arteriosa alta.

Farmaci

Molti farmaci di pressione sanguigna non sono sicuri da usare durante la gravidanza. Prima di rimanere incinta, potrebbero essere necessario parlare con il loro medico di passare a un farmaco di pressione sanguigna in modo sicuro compatibile con la gravidanza le donne che prendono anti-ipertensivi. Medicinali con una categoria di gravidanza della A o B sono preferibili; Categoria C farmaci a volte sono accettabili, ma devono essere discusso con un medico.

Sanitaria ostetrica

Una volta incinta, le donne con ipertensione cronica sono all'elevato rischio significativamente per le complicazioni di gravidanza, come aborto spontaneo, pre-eclampsia, scarsa crescita fetale e prematura separazione placentare. Una consulenza preconcezionale con un ostetrico ad alto rischio per discutere possibili rischi e ottimizzare la gestione e farmaci prima di rimanere incinta può aiutare a diminuire la probabilità delle complicazioni potenziali.