Effetti collaterali di MRI con contrasto

July 26

Effetti collaterali di MRI con contrasto

Panoramica

La formazione immagine a risonanza magnetica o MRI, è un metodo di scansione del corpo umano che fornisce immagini chiare e dettagliate di organi e tessuti molli. Un colorante di contrasto è talvolta utilizzato per migliorare la qualità delle scansioni, anche se la maggior parte delle scansioni non ne ha bisogno. Il contrasto rende più facile vedere un tessuto che è difficile da rilevare. Motivi comuni per l'uso di questi agenti includono una storia di tumori, cancro, chirurgia, ricerca per un'infiammazione o infezione e la valutazione dei vasi sanguigni.

Effetti indesiderati comuni

Il più comune, chiamato così normale, gli effetti collaterali dell'agente di contrasto MRI sono lievi e temporanee in natura. Essi includono dolore o bruciore al sito di iniezione, pressione sanguigna bassa, minori della pelle rash, lieve mal di testa, cambiamenti nella coagulazione del sangue, vertigini e nausea. In genere questi effetti collaterali non richiedono alcun trattamento. Uno studio della Mayo Clinic su iniezioni di contrasto ha riferito che lo 0,04% delle 450.000 pazienti che hanno partecipato allo studio ha riferito effetti collaterali dopo essere stato somministrato con un agente di contrasto per un'esplorazione di MRI. Il più frequentemente segnalati effetti collaterali erano alveari e nausea. Dei 450.000 pazienti che hanno partecipato allo studio, 19 hanno avuti effetti collaterali severi che richiedono il trattamento e una persona morta.

Reazioni allergiche

Reazioni allergiche con agenti di contrasto non sono comuni. Dr. Jonathan R. Dillman e colleghi presso l'Università del Michigan ha studiato 78.353 pazienti che avevano attraversato le esplorazioni di MRI con contrasto e ha riferito che solo 54 di loro avevano avuto reazioni allergiche acute. Questo studio è stato pubblicato nel "Giornale americano di Roentgenology" nel dicembre 2008. Pazienti che sono allergici ad altri coloranti di contrasto, iodio o crostacei potrebbero sviluppare tali reazioni. Reazioni allergiche si sviluppano solitamente presto dopo il contrasto è stato iniettato. I più comuni sintomi di reazione allergica agli agenti di contrasto di MRI comprendono orticaria, gonfiore del viso, eruzioni cutanee, pruriti, sudorazione, lacrimazione o pruriti occhi e mancanza di respiro. Frequentemente, le reazioni sono lievi e possono essere controllate con i farmaci, dice radiologia Info. Se lasciato non trattato, tuttavia, reazione allergica possa diventare gravi e anche mortali. Il paziente si consiglia di contattare il medico appena appaiono le reazioni allergiche.

Fibrosi sistemica nefrogenica

L'effetto collaterale più grave causato da contrasti di MRI sono attribuiti al gadolinio. La FDA segnala che i pazienti con le malattie di rene e insufficienza renale non è possibile filtrare la tintura chimica abbastanza rapidamente e rimane nel corpo. Ci causa una grave condizione medica chiamata fibrosi sistemica nefrogenica o NSF, secondo uno studio condotto dal Dr. Thomas Grobner che è stato pubblicato in "Trapianto di dialisi di Nefrologia" nel gennaio 2006. NSF sintomi includono pelle indurita con macchie rosse e sono più comunemente presenti nelle membra. Altri sintomi frequenti sono il rafforzamento muscolare, dolori articolari, macchie gialle sugli occhi e la disfunzione degli organi interni. Questa malattia rara non ha cura, ma colpisce solo i pazienti con problemi renali esistenti iniettati con gadolinio. Pazienti che hanno ricevuto altri coloranti di contrasto o coloro che non soffrono di rene correlati problemi non avuto NSF. Quattro di cinque agenti di contrasto di gadolinio approvati collegati a NSF includono Omniscan, Multihance, Magnevist e OptiMARK, dice la FDA.