Squilibri nel ciclismo forza gamba

April 17

Squilibri nel ciclismo forza gamba

Perché non sei costruito come un robot con perfetta simmetria, si possono sviluppare gli squilibri muscolari alle gambe quando si esegue un'attività ripetitiva come il ciclismo. Ad esempio, molti ciclisti tendono a SOVRASVILUPPARE loro quad e non a condizionare la loro glutei e muscoli posteriori della coscia allo stesso livello. Diversi tipi di squilibri nel ciclismo forza gamba possono creare movimenti inefficienti, destabilizzare le articolazioni e aumentare il rischio di lesioni.

Anteriore e posteriore

Il movimento della pedalata pone l'accento più sui fronti delle cosce di spalle, che può portare a potente quad e meno sviluppati muscoli posteriori della coscia e glutei. Se il vostro quad sopraffare il vostro muscoli posteriori della coscia, faranno trascinare i fianchi in avanti e verso il basso. Tendine del ginocchio sono in grado di contrastare quel rimorchiatore, conseguente postura compromesso e indebolito i muscoli del core. Ti stancano più rapidamente la moto così come affrontare un rischio aumentato di sollecitazioni alla schiena e lesioni. Correggere lo squilibrio costruendo i glutei e muscoli posteriori della coscia con la gamba dritta stacchi e leg curl e riducendo gli esercizi di isolamento che fai per i quadricipiti. Anche eseguire squat e leg press, che ugualmente rafforzare tutti i muscoli delle gambe.

Giusto vs sinistra

Perché hai una gamba dominante, Tenderete ad applicare la potenza della pedalata più su un lato rispetto a altro. Aumentando la forza della pedalata della gamba non dominante, si può correggere questo squilibrio, raggiungere un tratto più efficiente e prevenire gli infortuni. Eseguire esercitazioni di sola gamba su un ciclo stazionario in cui si pedala con solo un piede in intervalli di 20 - 30 secondi. Se fate questi esercizi su una bici normale, si rischia di schiantarsi a causa dello squilibrio creato dall'esercizio. Mirano a completare diverse ripetizioni di un sola gamba trapano prima e dopo una sessione di allenamento. Aumentare gradualmente la durata dell'intervallo di un minuto. Come si aumentano la possibilità di applicare potenza altrettanto con entrambe le gambe, è possibile eliminare i punti morti presso il picco e la parte inferiore del vostro colpo.

Interno vs esterno

Nel libro di Brian Halpern "The Knee crisi Handbook", un esperto ciclista amatoriale si è lamentato di dolore femoro-rotulea, o dolore nella parte anteriore dei pressi di rotula. Il dolore derivavano da uno squilibrio nella forza del suo interno coscia rispetto al suoi esterno cosce. Anche se i quadricipiti erano ben sviluppati, suoi esterno cosce erano invadenti suoi interno cosce e tirando il sua rotule verso i lati delle gambe. Lo squilibrio muscolare tra i suoi abduttori e adduttori stava piantando i semi per una ferita al ginocchio-relativa. È possibile eseguire esercizi di isolamento, quali ascensori gamba ponderata, a rafforzare sia le cosce interne o esterne. Se lo scopo di evitare infortuni al ginocchio, essere consapevoli della forza relativa delle diverse regioni del muscolo del piedino stesso.

La rovina dei vitelli stretti

Il movimento ripetitivo della pedalata mette molta pressione sui muscoli del polpaccio, causando loro di stringere. Se i polpacci sono troppo stretti, i piedi si appiattiscono in una posizione di punta in giù, mettere lo stress eccessivo sulle ginocchia, cavo del tallone e fascia plantare o il tessuto connettivo che sostiene i vostri archi. Vitelli inflessibili possono anche farvi più vulnerabile alla borsite al ginocchio..--un'infiammazione delle sac fluid-filled che attenuano i tessuti che circondano le articolazioni di ginocchio. Regolarmente e allungare i muscoli del polpaccio per evitare questi squilibri muscolari. Per esempio, sedersi su una sedia con i piedi piantati per terra. Mantenendo i talloni a terra, sollevare le dita dei piedi e mantenere lo stiramento per 20-30 secondi. Gocce di tacco su una piattaforma rialzata, come una scala, si estendono anche il muscolo del polpaccio, tendine di Achille e della caviglia.