Complicazioni di respirazione del ventilatore dopo chirurgia

October 22

Complicazioni di respirazione del ventilatore dopo chirurgia

Durante le maggior parte delle operazioni chirurgiche, il paziente è reso incosciente e paralizzato per proteggerlo da danni da movimenti involontari e dolore. A seguito di questa paralisi, macchine chiamate ventilatori devono assumere il lavoro di respirazione per il paziente. Un tubo chiamato un tubo endotracheale viene in genere inserito nelle vie aeree di fornire ossigeno, eliminare l'anidride carbonica e proteggere i polmoni da fluidi gastrointestinali. Alcune complicazioni relativamente comune di questa procedura..--chiamato intubazione - includono barotrauma, polmonite nosocomiale e stenosi tracheale.

Barotrauma

Il barotrauma di termine si riferisce a danni ai polmoni e vie respiratorie a seguito di un'eccessiva pressione generata dalla ventilazione meccanica. Può provocare nelle tasche di aria sviluppando in pelle--conosciuto anche come l'enfisema sottocutaneo..--o cavità toracica. L'enfisema sottocutaneo è in genere benigno e risolverà da solo. Tuttavia, aria nel petto cavità può interferire con la funzione polmonare e può richiedere il posizionamento di un drenaggio toracico per drenare l'aria in eccesso. Secondo Barry Brenner et nel numero di agosto 2009 di "Il procedimento di the American Thoracic Society", il rischio di barotrauma è aumentato in pazienti con patologie delle vie respiratorie come l'asma.

Polmonite nosocomiale

La polmonite è un'infezione dei polmoni, e il nosocomial di termine si riferisce ad una condizione che ha origine in un ospedale. L'atto di essere intubato e collocato su un ventilatore è invasivo e può introdurre batteri nelle vie respiratorie. Inoltre, la 17a edizione di "Principi di Harrison di medicina interna" afferma che rimanendo su un ventilatore per più di 72 ore si traduce in un alto rischio di polmonite dovuto perdita delle secrezioni contaminate intorno al tubo endotracheale e nei polmoni. Ogni sforzo dovrebbe essere fatto per ridurre al minimo il tempo speso su un ventilatore e alla terapia antibiotica destinazione aggressivamente al primo segno di infezione polmonare.

Stenosi tracheale

Stenosi tracheale si riferisce al restringimento delle vie aeree che possono diventare abbastanza grave da interferire con la respirazione. La stenosi si sviluppa in genere, presso il sito del bracciale tubo endotracheale. Questo bracciale è gonfiato durante l'intubazione per proteggere le vie respiratorie dall'aspirazione, o il passaggio di saliva o di contenuto gastrointestinale nei polmoni. Può premere abbastanza duro contro la parte interna della trachea per causare danni al tessuto. Questo tessuto si gonfia e cicatrici come si guarisce, causando restringimento delle vie respiratorie. La seconda edizione di "Corrente diagnosi e trattamento in otorinolaringoiatria" segnala che questa complicazione si verifica in 8 a 13 per cento dei pazienti arieggiati.