Effetti collaterali a lungo termine di Tegretol

October 19

Effetti collaterali a lungo termine di Tegretol

Tegretol è un marchio di carbamazepina. È un farmaco utilizzato per controllare alcuni tipi di epilessia nel trattamento dell'epilessia. Medici hanno anche scoperto che aiuta a alleviare il dolore neurologico, derivanti da nevralgia del trigemino. Anche se non incluso nell'etichettatura dei prodotti, carbamazepine è usato in alcuni pazienti per il trattamento di disturbi psicotici, astinenza da alcol e diabete insipido centrale parziale. Tegretol è disponibile in compresse, compresse masticabili, compresse a rilascio prolungato, sospensione e forma capsula a rilascio prolungato.

Problemi di visione

Secondo Epilepsy.com, Tegretol è prescritto frequentemente a causa del basso livello di effetti collaterali. Visione offuscata o doppia è un effetto collaterale comune di Tegretol. I pazienti possono trovare che riducendo l'importo globale del farmaco o che assumono dosi più piccole più spesso può ridurre questo effetto collaterale. Alcuni pazienti trovano che usando la forma a rilascio prolungato del farmaco ridurrà il loro problema con visione offuscata o doppia.

Cambiamenti comportamentali

Secondo MayoClinic.com, cambiamenti comportamentali possono derivarne in soggetti che assumono Tegretol. Gli anziani possono soffrire di confusione, agitazione o ostilità, mentre i bambini sono più suscettibili di presentare altri tipi di cambiamenti comportamentali. Entrambi potrebbero verificarsi scoraggiamento, sentimenti di irrealtà, tristezza o vuoto così come irritabilità. Individui possono sperimentare anche sbalzi d'umore improvvisi e ampia, o difficoltà di concentrazione.

Problemi con assorbimento di calcio e vitamina D

Secondo Epilepsy.com, Tegretol interferisce con il modo che il corpo usa la vitamina d. Ciò a sua volta interferirà con il modo che le ossa assorbono il calcio, che richiede la vitamina d della vitamina D è inoltre importante nella funzione del sistema immunitario per combattere il raffreddore e l'influenza. Secondo un articolo del 2004 in "Neurologia", Tegretol, così come altri farmaci anticonvulsivanti sono collegati all'osteoporosi, anche se i risultati dello studio sono inconcludenti.

Suicidio

Nel dicembre 2008 la U.S. Food and Drug Administration ha annunciato che sarebbe aggiungere un'etichetta di avvertimento al farmaco che è sembrato aumentare il rischio di suicidio. Tuttavia, nell'agosto 2010, i ricercatori del Regno Unito ha raccolto i dati da una coorte di oltre 5 milioni di persone per valutare questa affermazione. I risultati sono stati pubblicati in "New England Journal of Medicine" e ha concluso che i farmaci anti-epilettici non sono stati associati con un rischio aumentato di suicidio, ma sono stati associati con un rischio aumentato in individui che già erano affetti da depressione o disturbo bipolare.

Soppressione del midollo osseo

Secondo la nuova Zelanda farmaci e autorità di sicurezza di dispositivi medici, Tegretol è stato collegato anche con soppressione del midollo osseo. Riportano i risultati di uno studio che comprendeva 977 pazienti trattati con Tegretol e trovato che il tasso di occorrenza di soppressione del midollo osseo era il due per cento per gli individui che prendono questo farmaco. Anche se il tasso è mite, i medici dovrebbero essere consapevoli del fatto che i pazienti possono soffrire da condizioni di sangue che includono basso numero di globuli bianchi e conteggio delle piastrine basso.