Trattamento di ablazione per la fibrillazione atriale

November 3

La fibrillazione atriale è una condizione in cui i gli atrii, che sono le prime due di cuore, battere in modo irregolare. Lo scopo degli atrii è quello di spingere il sangue nei ventricoli, che pompa il sangue ai polmoni per l'ossigenazione e anche pompare il sangue ossigenato in tutto il corpo. L'ablazione è una procedura chirurgica che può essere utilizzata per trattare la fibrillazione atriale.

Fisiologia

La contrazione del muscolo del cuore è controllata da segnali elettrici. Normalmente, questi segnali sono controllate da un piccolo pezzo di tessuto cardiaco chiamato il nodo senoatriale, spiega la Cleveland Clinic. Questo nodo rilascia periodicamente scoppia di energia elettrica che innescano il battito del cuore. Pazienti con fibrillazione atriale, tuttavia, avere scoppi multipli caotici di elettricità in loro atri. In questo modo gli atri a contrarsi rapidamente e con poco controllo, rendendo difficile per i muscoli spingere efficacemente il sangue nei ventricoli responsabili per pompare sangue in tutto il corpo.

Ablazione

Trattamento di ablazione per la fibrillazione atriale tenta di disconnettere le parti del cuore che causano l'attività elettrica aberrante dal resto del tessuto del cuore. Gli impulsi elettrici inusuali sono spesso iniziati da vene polmonari, osserva i centri di cura del cuore dell'Illinois. Ablazione cardiaca può trattare la fibrillazione atriale posizionando un filo sottile nel cuore in uno spazio molto vicino a queste vene. I segnali radio vengono quindi inviati attraverso il filo per generare calore, che uccide una piccola quantità di tessuto tra le vene polmonari e il resto del cuore. Questo tessuto morto non condurrà l'elettricità, il che significa che gli impulsi elettrici caotici non influenzerà il resto del cuore.

Procedura

I pazienti in terapia di ablazione per la fibrillazione atriale sono dato un sedativo e un agente paralizzante dove verrà inserito il catetere. I pazienti vengono iniettati con una tintura che permette al medico di vedere i vasi sanguigni ai raggi x. Il catetere è quindi filettato fino attraverso le vene fino a quando non sia posizionato correttamente all'interno del cuore. Il tessuto necessario viene quindi rimosso e il catetere viene ritirato. Secondo la Mayo Clinic, la procedura richiede da tre a sei ore, in media. I pazienti vengono poi portati in una camera di recupero per quattro-sei ore e possono essere in grado di tornare a casa alla fine della giornata.

Rischi

Ci sono una serie di rischi associati con ablazione cardiaca. Per poter accedere al cuore, un medico ha bisogno di infilare un filo, noto anche come un catetere, fino nelle vene del paziente. Questo può portare ad emorragie dalla zona dove il catetere viene inserito nel sistema circolatorio. Il catetere può anche danneggiare i vasi sanguigni o forare il cuore. L'ablazione a volte può compromettere la capacità del cuore di condurre l'elettricità; il paziente avrà quindi bisogno di uno stimolatore cardiaco impiantato per correggere questo difetto. La procedura può anche causare la formazione di coaguli di sangue. Perché ablazione cardiaca utilizza un colorante speciale per rendere più facile per i medici posizionare il catetere, i reni possono essere danneggiati anche come essi elaborare ed espellere il colorante.

Risultati

Anche se l'ablazione è generalmente successo nel trattamento della fibrillazione atriale, alcuni pazienti possono avere bisogno di più procedure per trattare completamente loro la fibrillazione atriale. Inoltre, la Mayo Clinic osserva che i pazienti spesso devono prendere farmaci per il resto della loro vita per aiutare a mantenere il loro cuore batte normalmente. I medici raccomandano anche cambiamenti di stile di vita che contribuire ad alleviare la pressione sul cuore, come la diminuzione di assunzione di sale, rimanendo fisicamente attivi ed evitando caffeina, nicotina e alcool. Queste misure aiutano abbassare la pressione sanguigna di un paziente, che è fondamentale perché la pressione arteriosa alta può aggravare la fibrillazione atriale.